5 strumenti digitali che hanno cambiato la nostra routine

La società ha sempre fatto passi da gigante, ma dall’avvento di Internet e dall’emergere di strumenti digitali per facilitare le attività quotidiane, il mondo sembra cambiare a una velocità ancora maggiore.

Ad un anno dall’arrivo del coronavirus in Spagna, sembra un buon momento per elencare alcuni degli strumenti tecnologici che ci avrebbero “salvato” durante la pandemia, permettendoci di intrattenerci, comunicare e persino continuare a lavorare senza il rischio di ammalarsi. Questi sono i seguenti:

Intrattenimento in streaming

Le piattaforme di streaming, dove possiamo guardare trasmissioni in diretta o su richiesta, hanno cambiato il modo in cui gli spagnoli consumano i prodotti audiovisivi, dalle serie e dai film, alla musica e agli eventi. Sebbene la crescita di queste piattaforme fosse già significativa alcuni anni fa, durante la pandemia è aumentata del 108%.

Netflix, Amazon Prime, Spotify, Apple Music, Twitch e HBO sarebbero i servizi di streaming più utilizzati nel territorio spagnolo.

Acquisti online

Anche il consumo di Internet, noto come e-commerce, è diventato parte della vita quotidiana degli spagnoli poiché consente loro di scoprire e acquistare quasi tutti i prodotti disponibili in tutto il paese in pochi secondi. Con l’arrivo del coronavirus, la reclusione e la paura di molti di essere contagiati, il commercio elettronico è diventato il principale canale di consumo per gli spagnoli.

Sebbene fino a pochi anni fa i marketplace come Amazon o Ebay fossero forse le piattaforme che gli spagnoli usavano per specificare il consumo attraverso Internet, oggi possiamo trovare migliaia di negozi nei social network, aziende indipendenti e piattaforme virtuali di grandi marchi.

Casinò virtuali

L’industria dei casinò è di grande importanza per l’economia spagnola, poiché non solo genera milioni di euro ogni anno, ma costituisce anche una parte importante della nostra cultura. Nel corso degli anni, queste piattaforme hanno iniziato a essere digitalizzate per incoraggiare il gioco d’azzardo online e con la pandemia questo si è solo rafforzato.

Questo ha dato vita a progetti come UZU, una piattaforma completamente digitale incentrata su scommesse sicure, gestione responsabile del denaro e protezione dei giovani spagnoli.

Lavoro a distanza

Negli ultimi anni abbiamo visto come le grandi potenze mondiali iniziano a consentire il lavoro a distanza, fornendo strumenti affinché i propri dipendenti possano lavorare da casa per superare limitazioni come il trasporto o, dall’arrivo del coronavirus, la possibilità di contrarre l’infezione.

In Spagna, sebbene molti imprenditori siano stati riluttanti, anche il lavoro a distanza sta diventando una realtà, consentendo a migliaia di aziende di rimanere operative e persino di ampliare il proprio team umano con professionisti di diversi paesi.

Per questo compito sono stati creati centinaia di strumenti che consentono un monitoraggio costante dei lavoratori, nonché la creazione e l’adempimento dei piani di lavoro. I servizi di Google Drive, il software di monitoraggio e le piattaforme di accesso remoto, sarebbero solo alcuni degli strumenti che le aziende utilizzerebbero oggi per creare un ambiente di lavoro remoto.

Comunicazioni digitali

Le comunicazioni non sono state le stesse dall’arrivo di Internet e, con l’apparizione di piattaforme come WhatsApp o Zoom, tutto sarebbe molto diverso rispetto a qualche anno fa. Oggigiorno è possibile rimanere in contatto con chiunque nel mondo, con una discreta qualità audio, trasmissione video e anche la possibilità di svolgere attività congiunte grazie a questi servizi.

Si prevede che molti di questi strumenti continueranno a mostrare grandi progressi durante il 2021, quindi non dobbiamo smettere di prestare attenzione a come continueranno a migliorare le nostre vite negli anni a venire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: