Acido clorogenico per dimagrire, funziona?

Il acido clorogenico è una sostanza che ha la capacità di indurre la perdita di peso costantemente. È una sostanza chimica che è disponibile in molte piante e alimenti, ma in maggiore concentrazione nel caffè verde, da qui la popolarità dell’acido clorogenico tra coloro che vogliono perdere peso in modo sano e ottenere anche alcuni benefici aggiuntivi.

Cos’è l’acido clorogenico?

L’acido clorogenico è un fitochimico che si trova in abbondanza nei chicchi di caffè verde, appena prima di essere tostato e trasformato nel caffè che conosciamo commercialmente. Prima della tostatura, il chicco di caffè può contenere fino al 7% di acido clorogenico, rispetto alla minima traccia rimasta dopo la tostatura.

L’acido clorogenico è la sostanza chimica responsabile della riparazione dei tagli di un frutto o di una foglia danneggiati da qualche causa esterna. Sebbene si trovi in ​​tutte le piante e frutti, in generale gli effetti dell’acido clorogenico sul corpo umano sono impercettibili a causa della bassa concentrazione. Solo nel caffè verde si trova in una concentrazione sufficiente per produrre alcuni dei benefici ad esso attribuiti.

Alimenti che contengono acido clorogenico

Acido clorogenico è presente nei tuberi, nella frutta e negli ortaggi comune nella nostra dieta. La differenza tra un alimento e l’altro è in realtà la concentrazione che ha di acido clorogenico.

Caffè verde

Il caffè appena prima della tostatura ha un’alta concentrazione di acido clorogenico, infatti è il più alto conosciuto. Circa il 7% del frutto è la quantità di acido che ha e quindi viene attribuito questo cibo importanti qualità dimagranti ed è quello preferito da molte persone che stanno cercando di eliminare i chili in più in modo sano.

Semi di girasole

Oltre all’acido clorogenico, i semi di girasole contengono vitamina E, potassio, magnesio, fosforo, proteine ​​e grassi sani che lo rendono un ottimo alimento per prevenire le malattie cardiache e proteggerci dalle malattie cardiovascolari.

Carciofi

Il carciofo ha la proprietà di favorire il dimagrimento, allo stesso tempo aiuta la digestione, grazie al fatto che è un ottimo diuretico, permettendo l’eliminazione delle tossine attraverso l’urina.

Pere

Le pere hanno acido clorogenico e sono anche una ricca fonte di fibre, fornendo la qualità di ridurre i livelli di colesterolo nocivi e proteggere le funzioni cardiache.

Melanzana

La melanzana contiene vitamina A, B1, B2, E, C, acido folico, fibre, calcio, magnesio e molti altri elementi. Tutto questo contribuisce benefici antiossidanti e disintossicanti.

Patate

Le patate sono una meravigliosa fonte di energia per chi è a dieta, è antiossidante e rafforza il sistema immunitario grazie alla sua concentrazione di vitamina C.

Riso

Ricco di carboidrati, il riso è un’ottima fonte di energia, oltre ad essere una fonte di calcio, vitamina D, fibre, tiamina, niacina e anche acido clorogenico in una piccola quantità.

Dose raccomandata di acido clorogenico

Non esiste uno studio che confermi una quantità esatta e ottimale di acido clorogenico che dovrebbe essere consumato, ma in generale la raccomandazione è di circa 120-300 mg di questo acido per ottenere gli effetti desiderati.

Gli integratori di acido clorogenico contengono solitamente una concentrazione fino a 3000 mg di estratto, quindi è importante conoscerne il contenuto nutritivo per assumere le dosi più appropriate ed evitare così eventuali effetti indesiderati.

A seconda del tipo di integratore che stiamo assumendo, avremo bisogno di precauzioni nel dosaggio, principalmente per il fatto che il consumo di acido clorogenico dai chicchi di caffè verde ha una relazione diretta con l’ingresso della caffeina nell’organismo, che può avere effetti collaterali spiacevoli.

Benefici per la salute dell’acido clorogenico

L’acido clorogenico ha la capacità di ridurre le possibilità di sviluppare malattie legate al fegato. Diversi studi lo hanno determinato Il consumo di caffè verde ha una relazione significativa nel ridurre malattie come la cirrosi e il cancro. L’estratto di acido clorogenico ha proprietà antiossidanti e ha un fosfato che inibisce in modo significativo la formazione di glucosio nel fegato, il che può significare un riduzione del rischio di diabete.

Un altro vantaggio dell’acido clorogenico è quello previene la formazione di calcoli biliari. L’Università di Harvard ha condotto uno studio su una popolazione di 80.000 donne e si è riscontrato che il consumo regolare di caffè riduce la formazione di calcoli biliari.

Una delle qualità e dei benefici più noti dell’acido clorogenico è la capacità di aiutare la perdita di peso. Ciò è dovuto principalmente al fatto che il composto ritarda l’assorbimento di tutti i grassi che ingeriamo nella nostra dieta. Cosa c’è di più permette al metabolismo di accelerare, in modo che possiamo perdere peso più facilmente. Questo è il vantaggio che riceve più attenzione grazie al fatto che molte persone con chili in più sono alla ricerca di una soluzione al problema dell’obesità.

Integratori di acido clorogenico

È possibile ingerire l’acido clorogenico naturalmente direttamente dagli alimenti nella nostra dieta quotidiana, ma quella quantità non è sufficiente per ottenere i benefici che abbiamo menzionato prima. Per ottenerlo diminuzione del peso corporeo È necessario ingerire estratti concentrati di questo composto, altrimenti non godrai di nessuno degli effetti che stiamo aspettando.

Esistono diverse presentazioni di acido clorogenico, tra loro ci sono le pillole, che sono le più efficaci. Altre presentazioni includono bustine per infusione per prenderle in modo simile al caffè quotidiano, ideali per le persone che preferiscono bere una bevanda calda. Alcune persone scelgono di consumare il tè in chicchi di caffè verde non torrefatto, Ma quando il caffè non è stato tostato è molto amaro da consumare e gustarlo, quindi è meglio consumare un integratore che contenga almeno il 45% di questo acido, noto anche come ACG o Svetol e che sia privo di ingredienti artificiali.

Alcuni tè sostitutivi del caffè hanno un gusto molto simile al caffè, meno amaro dei chicchi di caffè verde e con la giusta concentrazione di acido clorogenico, che li rende un’ottima alternativa per accelerare il dimagrimento evitando il consumo di caffeina associato al bar.

Effetti collaterali dell’acido clorogenico

Studi medici dimostrano che l’acido clorogenico è una sostanza sicura per il consumo umano e che non rappresenta rischi per la salute di nessuna persona, purché non sia allergica a questo composto.

Uno di effetti collaterali apparso in uno studio clinico era quello alcuni dei pazienti hanno sviluppato mal di testa e infezioni delle vie urinarie, quindi era una ragione sufficiente per abbandonare lo studio, ma non è certo se fosse una coincidenza o se fosse davvero un effetto collaterale del composto.

L’acido clorogenico può causare effetti nocivi sulla salute se consumati in eccesso. Gli effetti collaterali derivanti da un uso inappropriato del composto possono includere ansia, battito cardiaco accelerato e nervosismo. Per questo motivo, il consumo di questi integratori insieme a composti che hanno la caffeina come ingrediente è sconsigliato, evitando così qualsiasi spiacevole interazione.

Alcune persone possono percepire un effetto lassativo con il consumo di questa sostanza, in tal caso è preferibile sospenderne immediatamente l’uso per evitare grossi inconvenienti.

L’uso dell’acido clorogenico è totalmente sconsigliato nelle donne in gravidanza e in allattamento poiché gli effetti che può avere sullo sviluppo del feto e dei bambini non sono noti. Allo stesso modo, il suo utilizzo è totalmente sconsigliato nel caso di persone allergiche a questo componente chimico.

Conclusioni

Gli effetti benefici dell’acido clorogenico sono supportati da diversi studi clinici svolte da prestigiose università. Tra le proprietà più importanti di questo composto chimico di origine vegetale, c’è la sua capacità di stimolare la perdita di peso gradualmente, grazie al fatto che impedisce l’assorbimento dei grassi che consumiamo nella nostra dieta quotidiana.

Sono riconosciuti meravigliosi benefici derivati ​​dall’assunzione di questo acido sotto forma di integratori alimentari. La raccomandazione degli esperti e dei produttori di questi integratori è che lLe dosi giornaliere raccomandate di 120-300 mg per ciascuna dose.

Si tratta di un composto chimico di origine organica cosa si scopre sicuro per il consumo umano e che nella giusta dose può essere uno stimolante del metabolismo per garantire un dimagrimento costante e naturale, soprattutto se abbinato ad una dieta equilibrata che garantisce l’apporto di tutti i nutrienti di cui l’organismo necessita per adempiere alle sue funzioni vitali.

Per evitare effetti collaterali indesiderati Si consiglia di non consumare questo prodotto in eccesso e seguire le indicazioni del produttore, in questo modo possiamo essere sicuri di ottenere tutti i benefici attesi senza doversi preoccupare di subire gli effetti collaterali che vengono attribuiti al suo uso improprio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: