Applicare la matematica alle scommesse sportive

Sebbene in prima istanza si possa crederlo matematica hanno poco o niente a che fare con lo sport, la realtà è ben diversa. Infatti, se non ti piace eseguire calcoli e analizzare informazioni numeriche e / o statistiche, è probabile che sia così scommesse sportive non sono la tua attività preferita.

Nella maggior parte degli sport, in particolare calcio e basket, la gestione dei dati statistici è una questione fondamentale. Il bel gioco e le scommesse sportive sono strettamente legati all’analisi delle informazioni numeriche e alcune formule matematiche possono aiutarci a scoprire interessanti opportunità per generare profitto.

Allontanandosi dal classico fanatismo che regna tra i giocatori d’azzardo che abitualmente partecipano alle più diffuse piattaforme di gioco online, è possibile scommettere concentrandosi unicamente sull’analisi delle informazioni statistiche disponibili, oltre che su alcuni altri fattori. Vediamo come la matematica si collega al calcio e al gioco d’azzardo.

Quote: una semplice equazione

A questo punto molti avranno già realizzato il racconto, ma è probabile che altri non abbiano ancora trovato il rapporto. Sia la probabilità di vincere su una scommessa che la quota sono indicatori delle nostre possibilità di vincere denaro e dell’importo che riceveremo se i risultati sono corretti. La commissione in particolare è un valore di riferimento che indica il prezzo da ricevere per ogni euro scommesso.

Di solito, la commissione è espressa come un valore in numeri interi o decimali, ad esempio: 3.75, 2.0 o 1.50. Quando una persona ha bisogno di calcolare i potenziali guadagni, dovrà fare alcune formule matematiche relativamente semplici, la prima di esse, che in effetti è la più comune, sarebbe la seguente:

Vincite = Puntata x (Dispari – 1)

Qui l’operatore di scommesse ci fa capire che se scommettiamo l’importo di 100 euro che il Real Madrid vincerà un evento la cui quota è 1.30 avremmo un profitto di 30 euro. La formula verrebbe applicata come segue: 100 x (1,3-1) = 30. Le quote in decimali sono generalmente note come quote europee, le più utilizzate dalle case di scommesse sportive.

Ora, c’è un secondo modo per esprimere le commissioni, ed è sotto forma di un valore frazionario, ad esempio: 1/2 o 2/1. Quindi una quota di 1/2 il Traduciamo dicendo che ogni due unità che vengono scommesse (importo in euro) generano un’unità di profitto, mentre per 2/1 vinceremo due unità per ogni unità scommessa. La formula di calcolo sarebbe:

Vincite = Scommessa x Dispari

Questo tipo di tassa è nota come tassa inglese, comune anche nel basket professionistico. Inoltre, c’è una quota popolare in alcune sale di scommesse e anche su vari siti Web, che è la quota americana. Questo è espresso sia in numeri negativi che positivi, ad esempio: -300, -200, 200.

In questo caso, una quota di +375 a favore di una squadra indicherebbe che 375 unità sarebbero il profitto che possiamo ottenere da una scommessa di 100 unità. Non è comune per le quote americane applicare nel calcio.

In quale altro posto troviamo la matematica nel mezzo delle scommesse sportive?

Oltre a quanto sopra, che è abbastanza importante per qualsiasi scommettitore, ci sono altri casi in cui è possibile visualizzare la stretta relazione tra scommesse sul calcio e matematica. Gli esempi più chiari sarebbero i seguenti:

  • ROI o rendimento. Riguarda la performance ottenuta da uno scommettitore nell’arco della giornata e il rapporto tra profitti, spese e perdite. Esistono formule matematiche molto semplici per eseguire questo calcolo e per conoscere il ritorno sull’investimento iniziale.
  • Statistiche. Oltre a calcolare le formule, è anche necessario interpretare una grande quantità di dati e informazioni statistiche che vengono generate quotidianamente dal comportamento e dalle prestazioni delle squadre durante una coppa. Ci sono molti fattori che influenzano le possibilità di ottenere una previsione sportiva corretta.

I più frequenti sistemi di analisi statistica

Sulla base di quanto sopra, una delle strategie di scommesse più comuni è l’analisi delle informazioni statistiche. La maggior parte delle persone non utilizza alcun criterio particolare, basato esclusivamente su intuizioni, fanatismo o raccomandazioni di specialisti, ma chi ha più esperienza nel campo utilizza uno di questi sistemi di analisi statistica:

  • Distribuzione di Poisson. È un concetto matematico in cui è possibile convertire le medie in una probabilità e utilizzare queste informazioni per fare confronti con le quote offerte dai bookmaker e migliorare il livello di successo nelle nostre previsioni.
  • Criterio Kelly. Questo si basa sulla teoria delle probabilità che viene utilizzata molto frequentemente nell’analisi dei mercati azionari, sebbene sia stata realmente creata per ridurre il rischio nel gioco d’azzardo.
  • Regressione lineare. Il metodo di regressione lineare è un’equazione che permette di stimare il valore atteso di una variabile, essendo uno dei più utilizzati oggi per la sua grande utilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: