Bitcoin: la società del creatore di Twitter investe $ 50 milioni nella famosa criptovaluta

La società americana di pagamenti Square, fondata da Jack Dorsey, ha acquistato 4.709 bitcoin. Questo investimento rappresenta circa l’1% del patrimonio totale di Square.

Dopo che l’editore di software MicroStrategy, che ha investito quasi 250 milioni di dollari nella star delle criptovalute, è il turno dello specialista americano dei pagamenti Square annunciare di aver acquistato 4.709 bitcoin, l’equivalente di 50 milioni di dollari. Questo investimento rappresenta circa l’1% delle attività totali di Square alla fine del secondo trimestre del 2020.. La società statunitense, fondata da Jack Dorsey, anche il creatore di Twitter, ritiene che “il bitcoin abbia il potenziale per diventare una valuta più onnipresente in futuro”, ha affermato in un comunicato stampa.

Questo annuncio non è una grande sorpresa poiché la società offre l’acquisto e la vendita di bitcoin nella sua app Cash dal 2018. Nel 2019 ha creato Square Crypto, un team indipendente il cui obiettivo è contribuire al lavoro bitcoin open source.. Ha anche lanciato la Cryptocurrency Open Patent Alliance (COPA), un’organizzazione senza scopo di lucro che promuove l’innovazione nelle criptovalute. Jack Dorsey è un grande fan di bitcoin e blockchain in generale. In diverse occasioni, ha condiviso il suo desiderio di vedere l’emergere di un Twitter decentralizzato.

Evoluzione del Bitcoin

Bitcoin è una valuta virtuale o criptovaluta creata nel 2009 da una persona non identificata che si fa chiamare Satoshi Nakamoto. A differenza delle valute convenzionali (note anche come valute legali), il bitcoin non viene emesso o gestito da un’autorità bancaria e si basa sul funzionamento del protocollo blockchain. Questa tecnologia consente di archiviare e trasmettere le informazioni in modo trasparente, sicuro e senza un organo di controllo amministrativo. Bitcoin, come molte altre criptovalute, può essere scambiato su piattaforme come bitcoin pro.

Il mining di Bitcoin implica la conferma delle transazioni Bitcoin e la loro registrazione su un registro distribuito. Questa è la procedura più importante dell’intera rete Bitcoin, poiché protegge il sistema, garantisce che tutti stiano facendo la cosa giusta e introduce nuovi bitcoin.

Un noto economista americano (Robert D. Graham) ritiene da parte sua che le varie bolle che il giovane Bitcoin ha già sperimentato non ne influenzino potenziale di apprezzamento a lungo termine. Sulla base del fatto che Bitcoin ha lo scopo di attrarre transazioni relative a quella che ora è conosciuta come “economia sommersa” ($ 2 miliardi all’anno secondo le autorità fiscali statunitensi), questo analista ha calcolato che la cifra massima di 21 milioni di Bitcoin in la circolazione, come definita dal sistema iniziale inventato da un certo Satoshi Nakamoto, potrebbe logicamente portare alla parità di 1 Bitcoin = 15.260 USD.

Chi usa bitcoin?

Prima di ottenere bitcoin, potresti chiederti chi li accetta come forma di pagamento. Poiché Bitcoin è relativamente nuovo e molte aziende sono diffidenti nei confronti delle fluttuazioni dei prezzi, non sarai sorpreso di scoprire che non è così ampiamente accettato come le valute legali tradizionali.

Nonostante ciò, il numero di rivenditori e servizi che accettano Bitcoin è in aumento. Secondo Coinmap.org, ci sono quasi 15.000 punti in tutto il mondo in cui è possibile acquistare beni e servizi utilizzando Bitcoin. È probabile che il numero effettivo di fornitori che accettano Bitcoin sia molto più alto, dato che Bitcoin è già uno strumento di pagamento legale in paesi come il Giappone.

Prezzo Bitcoin in euro

Come criptovaluta, bitcoin non è emesso o gestito da una banca centrale . In quanto tale, quindi, non soggetto alle politiche monetarie tradizionali delle valute legali che utilizziamo. Il valore di bitcoin è stabilito da rigorosa applicazione della legge della domanda e dell’offerta . In altre parole, il suo valore dipende da ciò che i futuri acquirenti sono disposti a pagare per ottenere una parte della quantità di BTC disponibile. Pertanto, l’evoluzione delle trattative tra le due parti di questa transazione, così come altri fattori, influenzeranno il suo valore.

A proposito dell’offerta disponibile, L’emissione di BTC terminerà una volta raggiunta la soglia dei 21 milioni di unità in circolazione . Quindi è stato fatto gradualmente dal 2009 e dovrebbe terminare intorno al 2140. Il 1 ottobre 2020, il prezzo del bitcoin è di 9.186 euro.

Storia di Bitcoin

Dopo la crisi dei subprime e il fallimento di Lehman Brothers, che hanno dimostrato le profonde carenze dell’attuale sistema finanziario, Il 31 ottobre 2008 è stato pubblicato il white paper di Bitcoin, che descrive in dettaglio il funzionamento del protocollo. Bitcoin in particolare ha fatto eco all’interno dei Cypherpunks, una comunità che difendeva i diritti alla privacy e aveva rilevato con largo anticipo i problemi che Internet avrebbe posto in termini di invasioni della privacy. Satoshi Nakamoto, uno pseudonimo usato dai creatori, si è circondato di membri di questa comunità che hanno già lavorato a progetti come Nick Szabo, Hal Finney, Adam Back e Wei Dai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: