Come i problemi di ansia possono portare all’obesità

Quando il soggetto del obesità, è generalmente concentrato dal punto di vista nutrizionale, il che ha senso perché sono le calorie del cibo che vengono mangiate a sviluppare il problema.

Tuttavia, in alcuni pazienti possono esserci cause sottostanti che suscitano il desiderio di mangiare, una di queste è ansia, un disturbo psicologico difficile da trattare che produce diverse sequele a livello fisico e mentale.

Tristezza e ansia come cause dell’obesità

Quando ci riferiamo all’ansia in riferimento al cibo, è intesa come una sensazione di nervosismo intenso, che di solito compare in certi momenti della giornata e ci porta a mangiare, anche senza avere fame.

Questo è uno dei problemi che ha la maggiore difficoltà nel trattare, poiché si manifesta nella mente e che rende difficile mantenere le diete e portare un regime nutrizionale adeguato alle esigenze dell’organismo.

L’ansia può verificarsi per diverse cause, incluso il fatica, la noia, il depressione e altri disturbi, come ossessivo compulsivo e il agorafobia.

Obesità psicogena reattiva

Esistono diversi scenari in cui l’obesità può svilupparsi dall’ansia. Ad esempio, quando la causa della voglia di mangiare è dovuta a un episodio doloroso, come la perdita di una persona cara o qualche altro evento traumatico, si parla di Obesità psicogena reattiva, mentre se cerchi di compensare l’umore, mangiando troppo cibo, è una questione di Obesità psicogena dello sviluppo.

Coloro che soffrono di agorafobia hanno maggiori probabilità di sviluppare obesità ad un certo punto della loro vita. Si tratta di un disturbo d’ansia, caratterizzato dallo sviluppo di un’intensa paura di trovarsi in luoghi da cui sarebbe difficile fuggire, come aerei, treni e autobus.

Ecco perché diventa necessario conoscere i sintomi dell’agorafobia, differenziarla correttamente dalla claustrofobia e trattarla in modo appropriato, poiché altrimenti la persona potrebbe finire per chiudersi in casa e scegliere il cibo come un modo per compensare il proprio umore.

Obesità e DOC

L’obesità è una malattia cronica che ha origine da una serie di fattori, tra cui eredità genetica, stile di vita sedentario, cattiva alimentazione, disfunzioni metaboliche e ormonali.

Uno dei disturbi d’ansia più complessi è Disturbo ossessivo-compulsivo (DOC), che si riferisce alla presenza di compulsioni ricorrenti che causano perdita di interesse in questioni generali.

Generalmente, il disturbo ossessivo compulsivo viene prodotto grazie a immagini persistenti nella mente della persona colpita, che causano ansia e sono difficili da sopprimere, anche quando il paziente sa che sono irrazionali.

Se questa è la causa dell’obesità in una persona, l’applicazione tempestiva di un trattamento del disturbo ossessivo-compulsivo, sarà la più ideale per combattere i disturbi alimentari che possono svilupparsi a causa del DOC ed evitare le sue conseguenze negative sulla salute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: