Come prendersi cura della dieta di un cane adulto

La dieta quando un cane raggiunge l’età adulta deve cambiare considerevolmente. È normale che un cane raggiunga l’età adulta (da 2 a 7 anni) avere meno attività rispetto a quando era un cucciolo, che gioca, corre e salta di più.

Quando arrivano questi cambiamenti nella dieta, è necessario rivolgersi a un veterinario per consigliare quale dovrebbe essere la dieta dell’animale, consigliando un piano alimentare personalizzato appropriato alla razza, all’età e alla taglia del cane. Tuttavia, Seguendo alcuni consigli di base si può evitare di compromettere la salute dell’animale e prolungarne la longevità.

Le proteine ​​sono molto importanti

Le proteine ​​non devono mancare nella dieta di un cane, nei cani adulti è essenziale che la loro dieta contenga una proporzione adeguata, poiché forniscono aminoacidi di base. Quando si parla di proteine ​​le persone tendono a rivolgere immediatamente il proprio pensiero alle proteine ​​di origine animale, le proteine ​​della carne sono una buona fonte di questo nutriente, ma va ricordato che i cani, così come le persone, sono onnivoriQuindi ci saranno alimenti a base vegetale che dovrebbero anche far parte della tua dieta al fine di mantenere una dieta equilibrata.

Un altro aspetto deve essere preso in considerazione: non tutte le proteine ​​sono uguali. Al momento dell’acquisto di prodotti alimentari per il cane, è necessario controllare l’etichetta dello stesso per verificare che contenga aminoacidi essenziali che sono necessari nella dieta di qualsiasi cane adulto. Gli specialisti raccomandano che i cani adulti si abituino a mangiare mangime, poiché sono costanti nella formulazione, a differenza delle diete a base di cibi in scatola o di cibi fatti in casa, e producono una minore quantità di feci.

Su siti web specializzati come toppercan.es puoi trovare articoli con raccomandazioni, consigli, opinioni e avvertimenti sull’immensa varietà che esiste nel cibo per cani. Nella maggior parte dei negozi puoi trovare tre tipi di cibo per cani: cibo secco o cibo, cibo umido e cibo semi-umido.

I tipi di cibo

Una volta che il veterinario è stato consultato sulla dieta che il cane dovrebbe seguire, la cosa più comune è che consiglia prodotti facilmente accessibili che possono essere trovati in qualsiasi negozio di animali. Gli alimenti che si possono trovare sono:

  • Credo: Viene anche chiamato cibo secco, e gli esperti in nutrizione e cibo per cani lo consigliano ampiamente perché, visto dall’aspetto nutrizionale, ha un’elevata quantità di proteine ​​e calorie necessarie per mantenere il cane in carica. Un altro aspetto vantaggioso è che è poco costoso e può essere acquistato in grandi quantità e conservato a lungo.
  • Cibo semi umido: L’aspetto da evidenziare fin dall’inizio con questo pasto è che la percentuale di proteine ​​e calorie che ha non è alta come quella del mangime. Tuttavia, i cani tendono ad apprezzare molto questo tipo di cibo poiché ha una consistenza morbida, è facile da masticare e ha un gusto più gradevole. Tra gli aspetti negativi, spicca che è un po ‘più costoso e poiché non ha gli stessi valori nutrizionali del mangime, devono essere servite quantità maggiori per coprire tutte le esigenze della dieta.
  • Cibo umido: Questo è composto principalmente da acqua (circa tre quarti) e il suo contenuto proteico è molto inferiore a quello che si trova nei mangimi e negli alimenti semi-umidi. Come per la variante precedente, i cani prediligono questo tipo di cibo perché è succoso e ha un gusto molto gradevole per loro. Poiché questi alimenti contengono una percentuale inferiore di nutrienti calorici e proteici, il cane deve consumare più cibo per immagazzinare l’energia di cui ha bisogno. Gli alimenti umidi una volta aperti devono essere conservati in frigorifero e sono molto più costosi rispetto alle altre varianti.

Considerazioni nella scelta del tipo di cibo

L’alimentazione dei cani adulti dovrebbe essere basata su aspetti essenziali come la taglia, la razza, l’età e, forse, la cosa più importante, la routine. Lo stile di vita del cane influenza notevolmente il tipo di apporto calorico e proteico che dovrebbe essere fornito. Se il cane ha una routine quotidiana di esercizi o è un cane molto attivo, le calorie oi grassi che devono essere offerti saranno molto alti, ma se il cane ha una vita meno attiva o sedentaria, a causa del suo ambiente o della razza, il la quantità di questi tipi di nutrienti deve essere molto inferiore perché il cane sarebbe incline a sviluppare problemi legati all’obesità o al sovrappeso.

Il mangime è l’alimento ideale se quello che si vuole è fornire un’elevata quantità di nutrienti al cane; ma se i cani preferiscono il cibo umido, bisogna tener conto delle quantità. Prima di pianificare qualsiasi dieta, è consigliabile andare dal veterinario per consigli. Ci sono altri problemi che il cane può sviluppare legati ai denti, in questi casi gli specialisti consigliano il cibo secco, da allora l’attrito del mangime sui denti aiuta a rimuovere il tartaro che si accumula su di essi.

Anche la sicurezza alimentare è importante

Questo aspetto viene spesso trascurato, ma i cani sono anche vulnerabili a determinati tipi di batteri e durante la manipolazione degli alimenti, è necessario tenere conto di aspetti come la pulizia delle mani e dei contenitori, dove il cibo viene scaricato; la sicurezza del cibo per cani è legata anche alla selezione del cibo che vogliamo fornire.

Gli esperti sconsigliano di dare ai cani cibo crudo; Batteri come la salmonella e la listeria si possono trovare negli alimenti di questo tipo anche se le confezioni con cui vengono commercializzati sono sigillati. Ciò può interessare sia il cane che il resto dei membri della famiglia che sono in contatto con l’animale.

Le tre tipologie di cibo sono valide per fornire all’animale una dieta equilibrata e ricca di sostanze nutritive. La parte importante sta nel prendersi cura delle quantità e delle proporzioni dei nutrienti necessari per una dieta ricca di proteine ​​e calorie, considerando anche le caratteristiche intrinseche dell’animale, poiché variano in base alla sua taglia, età, razza e routine che il l’animale segue giorno per giorno. Prima di avviare qualsiasi contenitore, dobbiamo assicurarci che sia privo di urti e verificare la data di scadenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: