Come sbloccare un iPhone bloccato

Il sistema di chiusura degli smartphone è un’arma a doppio taglio. In questo tipo di dispositivo in cui sono archiviati documenti, video, immagini, audio e altri elementi di grande valore e importanza, la protezione della privacy è essenziale.

Tuttavia, in molte occasioni questa funzionalità gioca un trucco. O a causa di incuria, scarsa memoria o lasciando che i più piccoli giochino con il cellulare, finisce per essere permanentemente bloccato senza la possibilità di recuperare il suo stato precedente.

Per tale motivo è importante sapere cosa fare in tali situazioni. Pertanto, vogliamo darti alcune opzioni per sapere come sblocca un iPhone bloccato, implementando l’identificazione del tuo account Apple (ID Apple) o anche senza ricorrere ad esso.

Misure preventive

Esistono due modi per ripristinare il tuo iPhone. Usando il tuo account ID Apple oppure ripristinandolo senza che sia necessario riprendere il controllo del dispositivo. Tuttavia, è sempre importante menzionare le misure preventive da adottare per evitare situazioni spiacevoli:

  • Annota tutte le password e gli schemi di sicurezza relativi al tuo iPhone
  • Fai annotare il tuo utente ID Apple insieme alla password per accedere

In ogni caso, ecco tutte le opzioni disponibili che hai a portata di mano se il tuo iPhone si blocca:

Motivi per sbloccare o formattare un iPhone

Il motivo essenziale per sbloccare un telefono cellulare è poterlo utilizzare. È qualcosa di molto ovvio. Tuttavia, poiché in molti casi viene utilizzato anche il ripristino della fabbrica come soluzione (misura drastica) i motivi per sbloccare un iPhone sono spesso confusi con i motivi per formattarlo.

Di solito è necessario sbloccarlo quando il dispositivo è bloccato per errore e purtroppo la password o il pattern di sicurezza non vengono ricordati. Le ragioni per la formattazione sono più ampie. Ad esempio, ricorri alla formattazione del dispositivo quando vuoi metterlo in vendita.

In alcuni casi, come già accennato, alcuni utenti non hanno altra scelta che ricorrere alla formattazione per recuperare i propri dispositivi mobili. Vediamo quali altre opzioni esistono che non sono così drastiche come questa.

Soluzioni ID Apple

Soluzioni meno drastiche per sbloccare un iPhone richiedono ID Apple. Quest’ultimo è costituito dall’account generale che identifica un utente dei servizi Apple. È l’account che utilizzi per accedere iTunes, iCloud e altre piattaforme associate a Dispositivi Apple.

Ci sono tre soluzioni che possono essere gestite tramite questo account:

  1. Utilizzando iTunes
  2. Attraverso Trova il mio telefono (iCloud)
  3. Attraverso la modalità di ripristino e iTunes

Sblocca un iPhone tramite iTunes

È relativamente facile sbloccare l’iPhone in questo modo. Hai solo bisogno di entrare da un dispositivo come un computer a iTunes. Devi collegare il tuo iPhone utilizzando un cavo USB al computer e avviare l’applicazione. Funzionerà solo se hai precedentemente sincronizzato il computer e lo smartphone.

Una volta avviata l’applicazione, devi cercare l’opzione “Ripristina copia”. Il cellulare sarà sbloccato e potrai riutilizzarlo anche se c’è la possibilità che adotti una vecchia configurazione e che alcune modifiche che hai fatto siano andate definitivamente perse.

Dovresti anche fare attenzione a non selezionare l’opzione ‘Ripristina l’iphone’ che lascerà il tuo dispositivo in uno stato di fabbrica, cioè come se fosse totalmente nuovo.

Consigliamo: AnyTrans come alternativa a iTunes.

Sblocca iPhone tramite iTunes (trova il mio telefono)

iCloud offre la modalità Trova il mio telefono (e anche Trova il mio iPad). Per sbloccare l’iPhone avrai bisogno di un altro dispositivo, connessione wi-fi e la tua chiave iCloud (ID Apple e password). Una volta effettuato l’accesso e connesso al wi-fi, dovresti cercare l’opzione “Elimina dispositivo”.

Questo lascerà il tuo cellulare in una configurazione di fabbrica. Successivamente è possibile ripristinare un backup, ma ovviamente dipende da se lo si è già fatto. Quindi questa è un’alternativa di ultima istanza quando tutto il resto ha fallito.

Sblocca l’iPhone utilizzando la modalità di ripristino

Modalità di ripristino nota anche come Modalità di ripristino È una modalità di i phone che si attiva per effettuare ripristini nel software o per occasioni straordinarie come quando si dimenticano le password. A seconda del modello di i phone si accede alla modalità di ripristino in modo diverso.

Se è un file iPad, iPod Touch, Iphone s6 o versione precedente, è necessario attivare la modalità di ripristino con il cellulare spento. È necessario premere (e non rilasciare) i pulsanti di avvio e riattivazione / ripristino contemporaneamente. Dovrai tenerli premuti anche quando appare il logo Apple.

Dovresti fare lo stesso con un file iPhone 7 o 7sDevi solo sostituire il pulsante di avvio con il pulsante di riduzione del volume. Dopo essere entrato in modalità di ripristino, hai diverse opzioni, formattare il dispositivo o selezionare l’opzione per ripristinare il dispositivo da iTunes.

Puoi anche controllare: A cosa serve il jailbreak.

Soluzioni senza ID Apple

Esistono solo soluzioni senza ID Apple che, quando non consistono semplicemente nella formattazione del dispositivo, dipendono da software esterni. Tra questi i più importanti sono iMyFone LockerWiper Y Tenorshare ReiBoot. Entrambi ti consentono di sbloccare il tuo dispositivo in vari modi.

iMyFone LockerWiper Ti consente di sbloccare il telefono rimuovendo l’account ID Apple e rimuovendo anche le impostazioni di blocco dello schermo. In entrambi i casi, è necessario collegare il dispositivo a un computer su cui è installato il programma e selezionare le opzioni corrispondenti ai propri interessi.

Da parte sua, il programma Tenorshare ReiBoot Ti consente di accedere alla modalità di ripristino e la sua modalità a pagamento ti consente anche di risolvere i problemi senza perdere i tuoi dati. Sono quindi soluzioni un po ‘più complicate rispetto a quando si dispone di un backup.

L’ultima opzione è formattare il dispositivo. Tuttavia, gli smartphone sono spesso pieni di informazioni importanti. Per questo è utile provare tutte le soluzioni precedenti prima di optare per questo percorso, che è sicuramente efficace, ma comporta la perdita di dati preziosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: