Come trattare la vaginosi batterica?

La vaginosi batterica o l’infezione vaginale batterica è una condizione che molte donne soffrono per tutta la vita. È un condizione lieve, ma può aggravarsi se non viene seguito un trattamento adeguato.

Questa malattia o patologia consiste in una massiccia alterazione della flora vaginale in cui si osserva un massiccio aumento di batteri. Una vagina sana ha batteri, l’alterazione si verifica quando si perde l’equilibrio tra questi batteri, alcuni necessari per il corretto funzionamento del corpo e altri di natura neutra.
Una volta perso l’equilibrio tra i diversi batteri sani naturalmente presenti nella vagina, essi proliferano. Di solito sono le specie Gardnerella vaginalis e Atopium vaginae quelli che provocano l’assenza o la sostituzione dei lattobacilli, microrganismi benefici nella flora vaginale.

Quali sono le cause dell’infezione vaginale batterica?

Il vaginosi batterica, nota anche come BV, si verifica quando c’è qualche fattore che modifica il pH vaginale. L’asciugatura, l’uso di deodoranti e altri prodotti irritanti possono interferire con i livelli di batteri, causando un’infezione.

Questa condizione non è una malattia a trasmissione sessuale Tuttavia, fare sesso con un nuovo partner o casualmente con più partner può aumentare il rischio di sviluppare questa infezione.

È un’infezione difficile da diagnosticare perché a volte è asintomatica oppure i sintomi sono così lievi da non essere percepiti. La più accusata di tutte è una perdita vaginale sottile e abbondante, con un odore forte, che va dal colore biancastro al grigio passando per i toni del verde. Altre volte, le ragazze con vaginosi batterica avvertono prurito o bruciore durante la minzione. A differenza di altre malattie, i processi infiammatori non si verificano con l’infezione vaginale batterica.

Come trattare la vaginosi batterica?

Il trattamento più comune per questo disturbo è prendendo antibiotici su prescrizione, sotto forma di compresse, creme vaginali o supposte.

Questi farmaci agiscono molto rapidamente e direttamente, quindi molte ragazze smettono di prendere antibiotici quando i sintomi cessano. Questa pratica è totalmente sconsigliata, poiché la condizione può ripresentarsi, quindi devi prendere tutti i farmaci che il medico ha indicato, in questo caso il ginecologo.
Questa malattia o patologia lo è molto importante trattarlo se rimani incinta, poiché può causare complicazioni che vanno da parto prematuro, basso peso alla nascita, altre infezioni e persino la possibilità di aborto spontaneo.

Una soluzione per evitare questi possibili problemi è rivolgersi a un trattamento delle uova durante la gravidanza. Gli ovuli CLX Cumlaude sono molto efficaci nel porre fine alle infezioni vaginali batteriche. Sono un insieme di ovuli per infezione da lievito, nello specifico 10 unità, da assumere durante la gravidanza, da evitare se hai intenzione di fare sesso in questa fase. È un medicinale quasi innocuo ma in alcuni casi può causare qualche fastidio, gli effetti collaterali più evidenti degli ovuli CLX Cumlaude sono irritazione della zona vaginale, arrossamento o fastidio della zona intima.

Esistono alcuni integratori che possono essere di grande aiuto per ritrovare l’equilibrio nella flora batterica, ma prima di iniziare la loro assunzione è consigliabile consultare un medico specialista e seguire le loro indicazioni.

Prevenzione dell’infezione

Il modo migliore per evitare questa patologia è indossarne alcuni abitudini igieniche sane e vita sessuale. Insistiamo sul fatto che non si tratta di un’infezione a trasmissione sessuale, ma può essere aggravata da pratiche sessuali irresponsabili.

Un buon modo per ostacolare l’insorgenza di questa condizione è limitare il numero di rapporti sessuali e partner o utilizzare metodi contraccettivi di barriera, oltre a non utilizzare prodotti che possono alterare l’equilibrio della flora vaginale.

Questa malattia compare più spesso nelle ragazze e generalmente, se fanno sesso con ragazzi, di solito non ne soffrono. Tuttavia, se il partner sessuale è una ragazza, anche lei dovrebbe essere trattata con antibiotici.

L’infezione batterica vaginale è uno dei motivi per cui le ragazze sessualmente attive necessitano di regolari esami ginecologici e test per la presenza di malattie sessualmente trasmissibili, che sono spesso asintomatiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: