Cosa sono le cellule staminali e le loro implicazioni etiche

UN cellula staminale è una cellula che può creare copie di se stessa a tempo indeterminato. È anche in grado di formare cellule specializzate di organi o tessuti. Non c’è nessun altro tipo di cellula nel corpo che abbia la capacità naturale di creare nuovi tipi di cellule. Pertanto, funzionano come un sistema di riparazione per il corpo.

Ed è che da queste cellule vengono prodotte tutte le altre cellule con funzioni specializzate del corpo. Per questo motivo si dice così le cellule staminali sono la materia prima del corpo. In condizioni adeguate, nel corpo o in un laboratorio, le cellule staminali si dividono per creare più cellule chiamate cellule figlie.

Le cellule figlie sono in grado di diventare:

  • Per auto-rinnovamento, in nuove cellule staminali.
  • Per differenziazione, in cellule specializzate con una funzione particolare come cellule cerebrali, cellule del sangue, cellule ossee o cellule del muscolo cardiaco.

Le cellule staminali possono essere conservate e utilizzate successivamente per produrre, ad esempio, cellule specializzate quando necessario.

Tipi di cellule staminali

In base al loro potenziale, si possono distinguere quattro tipi di cellule staminali:

Cellule staminali embrionali

Le cellule staminali embrionali sono in grado di creare un organismo completo e si formano nelle prime divisioni dell’embrione o dello zigote. Provengono da uova lasciate dalla fecondazione in vitro o da feti abortiti.

Quando vengono creati nella fase di segmentazione, sono totipotenti, cioè in grado di governare il completo sviluppo dell’organismo. In altre parole, può crescere e creare un organismo completo, quindi sono molto utili per le aree mediche e di ricerca.

Cellule staminali adulte

Sono di due tipi:

  • Multipotente: che sono in grado di produrre cellule embrionali della stessa specie, cioè formare cellule della propria classe.
  • Unipotente: che sono in grado di formare solo lo stesso tipo di cellule, in altre parole, possono produrre solo un certo tipo di cellule.

Sicuramente, le cellule adulte non sono versatili come le cellule embrionali, poiché sono specifiche per un tipo di cellula.

Cellule staminali adulte modificate

Le cellule staminali adulte pluripotenti o modificate indotte sono il risultato della riprogrammazione genetica di cellule adulte normali. Modificando geneticamente le cellule adulte normali, i ricercatori sono stati in grado di riprogrammare le cellule in modo che agiscano in modo simile alle cellule embrionali.

Compaiono tra il quarto e il quinto giorno dopo la fecondazione. Sono in grado di produrre qualsiasi tipo di cellula, sebbene non abbiano la capacità di creare un organismo completo. In circostanze controllate, queste cellule pluripotenti possono continuare a riprodursi senza alterare la loro potenzialità o diventare un altro tipo di cellula.

Cellule staminali perinatali

Le cellule staminali perinatali lo sono in grado di diventare cellule specializzate ma sono necessari ulteriori studi per realizzare il suo pieno potenziale. Inoltre, sono conosciute come cellule staminali del liquido amniotico, perché si trovano lì e nel sangue del cordone ombelicale.

Implicazioni etiche

Le implicazioni etiche in cui sono coinvolte le cellule staminali si riferiscono specificamente alle cellule embrionali perché provengono da un embrione umano. Fondamentalmente, perché metodi attuali per ottenere queste cellule comportano la distruzione di embrioni umani.

Ciò ha portato a mettere in discussione le potenziali applicazioni delle cellule staminali, poiché per molte religioni e sistemi etici la vita umana inizia con la fecondazione. I suoi argomenti contro la ricerca con queste cellule si basano sul fatto che un ovulo fecondato è un essere umano con diritti che devono essere protetti.

Chi sostiene la ricerca sulle cellule staminali sostiene che gli ovociti fecondati vengono donati con il consenso della coppia e sarebbero comunque scartati.

D’altra parte, alcuni critici supportano la ricerca, ma solo se vengono prese misure legali rigorose che impediscono la sperimentazione genetica sull’uomo, come la clonazione. Questi stessi critici, per essere favorevoli all’uso di cellule staminali, chiedono che gli embrioni umani siano ottenuti attraverso fonti appropriate.

Tutte queste implicazioni etiche stanno influenzando il progresso della ricerca biomedica in tutto il mondo, e anche il progresso nella cura delle malattie croniche e oncologiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: