Cos’è un diagramma ad albero ea cosa serve? Esempi ed esercizi risolti

Un diagramma ad albero è un metodo grafico statistico utilizzato per determinare eventi composti (che dipendono l’uno dall’altro). Che è influenzato dall’ordine in cui si verificano. È anche noto come diagramma gerarchico, analisi ad albero, albero dei problemi e albero delle soluzioni.

Questo strumento è di grande aiuto nella vita quotidiana, poiché attraverso di esso possiamo prendere decisioni corrette ed efficienti.

Fondamenti necessari per conoscere un diagramma ad albero

Quando è necessario calcolare o determinare un gran numero di probabilità, si raccomanda l’uso di questa tecnica. Che viene utilizzato quando abbiamo eventi o eventi dipendenti. Cioè, affinché si verifichi un evento A, è necessario che l’evento B.

Il suo scopo generale è osservare insieme le risorse necessarie per risolvere un problema o raggiungere un obiettivo.

Caratteristiche del diagramma ad albero

  • L’elemento centrale (problema da risolvere o obiettivo da raggiungere). È rappresentato sul tronco dell’albero.
  • I sottoelementi (rami dell’albero). Sono i mezzi necessari per raggiungere la risoluzione del problema posto o l’obiettivo desiderato.
  • È utile per determinare le probabilità di combinazioni e permutazioni.
  • È molto utile in diverse aree di studio in cui è richiesto un processo decisionale corretto.
  • Vengono applicate esperienze a livello personale.

Come creare un diagramma ad albero?

Nel creare un diagramma ad albero, inizi posizionando un ramo per ciascuno degli eventi. Successivamente, viene allegata la rispettiva probabilità, questi sono quelli che vengono chiamati filiali di primo livello o di prima generazione. Alla fine di ciascuno di questi rami ci sono altri rami che sono di secondo livello o di seconda generazione.

Per sviluppare un diagramma ad albero, è necessario tenere in considerazione i seguenti passaggi:

Definisci l’elemento centrale (problema o obiettivo)

Qui devi indicare il problema, l’obiettivo, la situazione o il nome del progetto che vuoi analizzare.

I rami di primo livello

In questa fase è necessario specificare quali sono i mezzi necessari per risolvere la situazione. Per fare ciò, possiamo rispondere alle seguenti domande: nel caso di un progetto o di un obiettivo Cosa dobbiamo fare per ottenerlo? Per una situazione o un problema, quali sono le cause?

Dai un’occhiata

Assicurati che non manchino rami di primo livello, qui devi chiederti: se ho tutti gli elementi completi, Posso raggiungere il mio obiettivo o obiettivo? D’altra parte, ottengo una soluzione alla mia situazione o problema? Ho bisogno di tutti questi elementi per ottenere il mio elemento centrale?

I rami di secondo livello

Questi sono necessari se nel passaggio precedente si è stabilito che l’elemento centrale non può ancora essere soddisfatto. Quindi, i rami di primo livello diventeranno obiettivi dai quali devono essere disaggregati i mezzi o le risorse necessari per raggiungere tali obiettivi.

Verifica finale

In quest’ultima fase devono essere verificati tutti i livelli dell’albero, partendo dalla sua parte inferiore e salendo per ogni livello. In questo senso, dovrebbe essere fino a quando non sei certo che l’obiettivo, l’obiettivo o il progetto possono essere raggiunti con questi mezzi. Di conseguenza, in caso di una situazione o di un problema, la soluzione più efficace.

Esempi di diagrammi ad albero

1-Una coppia sposata desidera avere tre figli, ma in questo ordine: primo maschio, secondo maschio e terza femmina. La probabilità che ciò accada deve essere determinata mediante un diagramma ad albero.

Casi favorevoli: maschio – maschio – femmina (1 caso).

p = C_f / C_p = ⅛

2-In una scatola c’è un metro rosso e uno nero. Ogni volta che un metro viene estratto, viene reinserito. Determinare mediante un diagramma ad albero la probabilità che prendendo tre metri siano: rosso – nero – rosso.

Ragioniamo come nel problema precedente, e mentre restituiamo il contatore, per ogni estrazione abbiamo sempre due metri.

Casi favorevoli: che esce rosso – nero – rosso (1 caso).

p = C_f / C_p = 1/8

Vantaggi del diagramma ad albero

  • Puoi affrontare un’ampia gamma di situazioni (un problema, un progetto, un obiettivo o un obiettivo).
  • Essendo un metodo grafico è uno strumento visivo. Pertanto, consente di esporre la relazione esistente a tutti i livelli. Soprattutto, dal concept generale agli elementi che lo compongono.
  • Consente studi di processo accurati.
  • È possibile trovare la causa principale del problema o della situazione che si presenta.
  • Prendere le giuste decisioni.
  • Genera informazioni utili per indirizzare i media nella giusta direzione.

Applicazioni del diagramma ad albero

  • Risoluzione di problemi statistici. Come ad esempio: in cui è necessario conoscere la probabilità che si verifichi uno degli eventi o delle situazioni che si presentano.
  • In affari è molto utile per il processo decisionale.
  • È usato quando si traggono conclusioni.
  • Per la pianificazione strategica per realizzare un piano d’azione.
  • Nell’analisi della domanda e dell’offerta.
  • In finanza, viene utilizzato per determinare i rischi e le opportunità di investimento.
  • Per creare infografiche.
  • Nel risolvere problemi e situazioni nella vita di tutti i giorni.
  • Valuta eventuali domande.
  • In ambito scientifico è anche ampiamente utilizzato. Soprattutto come strumento per visualizzare i possibili risultati degli esperimenti.
  • Può essere utilizzato per stabilire obiettivi e sotto-obiettivi nei team di lavoro di qualsiasi ramo.
  • Per l’area qualità e produttività viene utilizzato per sfruttare le risorse e ottimizzare processi e procedure.

Riassumendo tutto quanto precedentemente specificato, possiamo dire che un diagramma ad albero è un metodo grafico. Pertanto, è molto utile per visualizzare una serie di passaggi che ci portano a raggiungere un obiettivo finale.

Un gran numero di aziende utilizza questo strumento nelle loro diverse procedure. Pertanto, attraverso questo strumento, vengono stabilite le azioni e le decisioni necessarie per ottenere soluzioni ottimali, progressi ed efficienza nello svolgimento dei suoi processi.

Allo stesso modo, nella nostra vita quotidiana possiamo anche usare il diagramma ad albero. Quando si scelgono, si ordinano o si scartano le opzioni nelle diverse situazioni o problemi che si presentano.

Potrebbe interessarti anche: Quali sono i prodotti notevoli?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: