Crampi ai piedi durante il nuoto

Il crampi di solito non rappresentano un rischio molto grave di per sé, tranne nel caso di un fenomeno ricorrente, o che si verifichi in situazioni impreviste come quando stai nuotando; qui spieghiamo come risolvere rapidamente questo disturbo, così come alcuni raccomandazioni per evitarli e per capire meglio perché possono capitare a te.

Cosa sono i crampi

Cominciamo col capire che si tratta di questo tipo di dolore muscolare, che può interessare quasi ogni parte del corpo umano.

Secondo la definizione medica di crampi muscolari, si tratta di spasmi o contrazioni involontarie che colpiscono uno o più muscoli del corpo.

Possono verificarsi a causa di qualche disfunzione dei nervi, ma anche per mancanza di acqua, nutrienti o cattiva distribuzione del sangue nel corpo.

Perché puoi avere i crampi quando nuoti

In particolare, è comune che i nuotatori capiti, quando si esibiscono sforzi intensi o eccessivi; sebbene allo stesso modo basse temperature o inadeguata idratazione, possono accentuare le possibilità del loro verificarsi.

Cosa fare per evitare i crampi

In questa guida ai crampi ai piedi puoi trovare vari consigli per esercizi di stretching e prevenzione; che permettono di stimolare le zone muscolari sensibili, aumentandone la flessibilità, allentando le tensioni e riducendo di conseguenza il rischio che si manifestino.

Allo stesso modo, esegui un quotidiano formazione appropriato, sarà una buona ricetta per mantenere una condizione fisica ottimale, che contribuisce anche a ridurre il rischio di soffrire di questo tipo di disturbi improvvisi.

Naturalmente, poiché l’alimentazione e l’idratazione sono fattori, il fatto di bere molta acqua e una dieta equilibrata Ciò include i diversi tipi di nutrienti, oltre a calorie sufficienti in base al livello di attività fisica, sarà anche un buon modo per ridurre i rischi.

Come alleviare rapidamente un crampo

Se ti ritrovi a nuotare e improvvisamente senti la sensazione che un crampo al piede stia iniziando a svilupparsi, la prima cosa sarà Stai calmo e scopri il modo più diretto e veloce per tenerti al sicuro o in piedi su una superficie solida e abbastanza alta da non essere sott’acqua.

Dal primo momento dovresti evitare di continuare a esercitare uno sforzo su quel piede, cercando iniziare a rilassare i muscolie se il tuo corpo lo consente, usa il resto dei muscoli per nuotare verso qualche riva nelle vicinanze o verso una tavola, un salvagente o un oggetto galleggiante alla tua portata che può aiutarti.

Se ancora non hai una superficie sicura o un oggetto galleggiante a portata di mano, puoi comunque alleviare i crampi, semplicemente rilassando i muscoli; anche se se necessario, prova a farlo gamba elasticizzata per quanto possibile, e tirare con una mano dalla pianta del piede, tirandola verso lo stinco per allentare la tensione. Prova anche a muovere lentamente le dita, cercando incoraggiare la circolazione e quindi calma i sintomi del crampo.

Quando possibile, immergere il piede in acqua calda o coprirlo con un asciugamano a questa stessa temperatura aiuterà anche ad alleviare il dolore facilitando la circolazione.

Ricorda solo che se sono ricorrenti, è meglio consultare un medico, poiché potrebbero anche essere un sintomo di altri tipi di condizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: