Di cosa abbiamo bisogno tutti per essere felici?

Siate felici È l’aspirazione più alta che ogni essere umano abbia scritto nei propri geni. Ci sono una moltitudine di fattori e tratti che, apparentemente, ci separano, o almeno così ci hanno fatto riflettere attraverso l’educazione che abbiamo ricevuto. Ma ciò su cui non c’è dubbio è che tutti noi vogliamo essere felici, quel sogno che a volte diventa sfuggente, ma che perseguitiamo tenacemente, per tutta la vita, è comune e intrinseco alla natura umana.

Ognuno ha la propria visione della felicità e la percepisce in modi diversi. Mentre alcuni la trovano in una passeggiata mano nella mano con il suo compagno attraverso una foresta chiusa, altri si perdono nello sguardo tenero di un bambino. Alcuni lo trovano nell’osservazione delle cose più piccole e altri nell’accumulo di oggetti materiali, che di solito fornisce loro un tipo più effimero di felicità, perché anche se è vero che il denaro porta benessere, desideriamo sempre avere di più, e come un pesce che si morde la coda, diventa un cerchio che non ha fine, in un desiderio irraggiungibile, impossibile da esaudire.

È nelle cose più elementari su cui siamo tutti d’accordo quando si tratta di essere felici, nelle cose che vengono costruite quotidianamente. Di solito si ritiene che il pilastro principale su cui poggia la felicità sia la salute, e questo passa attraverso una buona, sana ed equilibrata alimentazione, la pratica di un regolare esercizio fisico e un buon riposo.

Quest’ultimo aspetto, quello del dormire bene, dà molti grattacapi, poiché sembra che una cosa che a priori facciamo abbastanza bene da bambini, la stiamo perdendo man mano che cresciamo, come se, con l’età, perdessimo quella capacità di conciliare il sogno.

Senza un buon riposo ristoratore la salute diminuisce, infatti se si prolunga nel tempo, questa incapacità di dormire a sufficienza e di avere un sonno di qualità, provoca i ben noti disturbi che sono legati ai mali delle civiltà avanzate, dove lo stress e le preoccupazioni quotidiane derubano noi del sonno.

Ma non si tratta solo di salute fisica, dobbiamo anche prestare particolare attenzione alla nostra salute mentale e trovare quell’equilibrio tra corpo e mente che a volte sembra irraggiungibile.

Salute mentale

Se in precedenza abbiamo parlato di quegli aspetti essenziali per sentirsi bene fisicamente (buona alimentazione, esercizio fisico e riposo), che ci forniscono il benessere necessario per essere felici, non è meno importante fornire alla nostra mente l’equilibrio di cui ha bisogno per farci sentire in armonia con noi stessi e con il mondo che ci circonda.

La mente è nutrita dagli stessi elementi del corpo, ma ha ancora bisogno di un po ‘di più. Non solo è sufficiente essere sani, ma a volte ci sono eventi che ci riempiono di felicità e altre situazioni che non possiamo controllare e che ci riempiono di sentimenti negativi, come delusione, crepacuore, crepacuore …

Se si tratta di situazioni temporanee, non dovrebbe essere data maggiore importanza, sono esperienze di vita che ci fanno crescere come persone e che ci insegnano a valorizzare ciò che conta davvero ea godersi molto di più i bei tempi. Ma se questi periodi si prolungano, se vediamo che stiamo sprofondando nel pozzo della depressione, allora dovremo andare da uno specialista che ci aiuti a rimettere tutto al suo posto.

Per questi stati, tra cui ansia e stress, che in molti casi finisce per portare a uno stato di depressione, non ci sono dubbi e devi rivolgerti al miglior psicologo della tua zona.

C’è chi perde stabilità mentale a causa di un complesso estetico. Qui un tratto fisico influisce negativamente sulla nostra percezione mentale di noi stessi e la nostra autostima è diminuita.

In queste situazioni, la chirurgia estetica offre ottimi risultati se ci fidiamo di miglior clinica. La scelta dipenderà dal tipo di intervento che vogliamo eseguire, in quanto esistono cliniche specializzate in interventi estetici legati alla mastoplastica additiva o modellistica e altri esperti nel trattamento delle cicatrici. Se quest’ultimo è il tuo caso, scoprilo nel seguente link: chirurgia plastica per le cicatrici e metti una soluzione al tuo problema.

La felicità sta nel fare ciò che ti appassiona

Una volta che abbiamo soddisfatto i suddetti bisogni, una volta che abbiamo una buona base su cui costruire la nostra felicità, non c’è verità più grande della citazione di questa affermazione: la felicità sta nel fare ciò che ti appassiona. Trovare ciò che ti fa sentire vivo è il prossimo obiettivo, se sei anche in grado di farne il tuo stile di vita, allora avrai tutti i voti per raggiungere la felicità nel palmo della tua mano.

Non sono pochi quelli che trovano questa passione nella pratica di uno sport soprattutto quando vi si dedicano anima e corpo, in modo professionale, partecipando al gare di nuoto sincronizzato. Qui, inoltre, entrano in gioco valori come il cameratismo, il lavoro di squadra, lo spirito di miglioramento … valori che ti fanno crescere come persona e che ti nutrono ogni giorno per continuare a sforzarti di raggiungere i tuoi obiettivi.

Il nuoto sincronizzato è una disciplina all’interno dello sport che combina il nuoto con elementi di ginnastica e danza. In acqua, i nuotatori eseguono una sequenza di movimenti complessi e concatenati perfettamente sincronizzati con il ritmo della musica.

Nelle competizioni, nella parte tecnica, vengono svolte una serie di esercizi obbligatori, in un ordine preciso e in un determinato momento. Nella parte libera i nuotatori ne approfittano per dare il loro tocco più personale e realizzare abbinamenti esteticamente suggestivi e accattivanti. Il punteggio, normalmente, è il 50% del risultato ottenuto in ciascuno degli esercizi, tecnici e liberi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: