È il momento di investire nel Forex? Pro e contro

Anche per chi ha un moderato interesse per il mondo degli investimenti online, il Forex può suonare marziano – sebbene sia il più grande mercato per volume di denaro mosso ogni giorno – ma se invece di Forex diciamo mercato dei cambi forse cominciamo a vedere dove i colpi stanno andando, alla fine non è né più né meno che “acquistare” alcune valute utilizzandone altre – la propria del nostro paese o un’altra che abbiamo in portafoglio – sia come investimento che come passaggio precedente per acquisire un bene o servizio del paese che possiede la valuta, il primo è tipico degli investitori e delle banche centrali -che di solito mantengono riserve in valuta fiat forte e metalli preziosi- e il secondo è un ingranaggio in più di un mondo sempre più globalizzato, in cui beni e le persone scorrono liberamente -più o meno- tra i confini, ad esempio due paesi con un livello di scambio commerciale molto elevato come gli Stati Uniti e il Giappone devono recarsi sui mercati per lo scambio di valute extra njeras per scambiare le valute utilizzando la coppia USD / JPY.

Forex tradizionale e Forex Trading: pro e contro

Per l’investitore di valuta ci sono principalmente due modi di operare, andare sui mercati dei cambi e acquistare la valuta desiderata ad un buon prezzo aspettando che salga per venderla, oppure effettuare trading Forex tramite un broker online e invece di acquistare valute , cerca di posizionarci a favore del trend in ogni momento, short se il trend è ribassista o long se è rialzista, senza mai possedere quelle valute.

Qual è una delle principali differenze tra il Forex trading e il Forex “tradizionale”? Ebbene, proprio il fatto che la prima opzione ci permette di operare anche in mercati al ribasso, dato che non compriamo la valuta – non abbiamo alcun asset che potrebbe perdere valore-, invece operiamo attraverso i cosiddetti contratti per differenza, CFD -il cui Operativo deve essere compreso in profondità – dove ciò che conta davvero è anticipare il trend e posizionarci a suo favore, piuttosto che il fatto che l’asset guadagni o perda valore. Per contro, abbiamo il fatto innegabile che si tratta di un mercato molto volatile, che può chiudere rapidamente le posizioni di un trader in perdita – infatti, la maggior parte dei trader al dettaglio perde più di quanto guadagna, padroneggiare il trading richiede tempo e dedizione. -, quindi è interessante che il trader stia controllando le operazioni che ha aperto e, quindi, si consiglia vivamente di scaricare l’app del broker che abbiamo scelto e prendere confidenza con il suo utilizzo.

Infine, non vogliamo tralasciare di menzionare l’importanza della leva, caratteristica del trading di CFD e Forex. La leva finanziaria consiste nell’usare il credito che non è nostro per aumentare il valore della nostra operazione e quindi la nostra esposizione al mercato, il che può comportare grandi guadagni potenziali e grandi perdite. Sono possibili anche debiti, sebbene oggi molti broker garantiscano ai propri clienti protezione dai saldi negativi, si tratterà di analizzare i broker disponibili e trovare quello più adatto alle nostre esigenze.

Il trading classico, invece, ha il vantaggio che avremo valute nel nostro portafoglio di titoli, che fungono da riserva di valore, investimento e liquidità, quest’ultima importantissima, poiché non sappiamo mai quando ne avremo bisogno per prendere approfitta di una buona occasione … o semplicemente per pagare le bollette. La cosa brutta è che se la nostra posizione è ampia – abbiamo molti soldi impegnati – e la valuta scende, possiamo rimanere intrappolati per molto tempo aspettando che salga, quindi tra le coppie più scambiate troviamo sempre valute come il dollaro, l’euro, lo yen o la sterlina britannica, non quella di Facebook, le criptovalute non entrano nel Forex.

Dove negoziare ogni tipo di Forex

Al giorno d’oggi – e davvero da diversi anni – possiamo comodamente sia fare trading Forex che operare nel Forex tradizionale da computer, tablet o smartphone, ma devi scegliere l’azienda attraverso i cui servizi accediamo a questo mercato. Per questo, possiamo iniziare leggendo una recensione di broker CFD se questo è ciò che ci interessa, per ottenere una valutazione forse più tecnica, i commenti del negozio in cui si trova l’applicazione per conoscere l’opinione dell’utente, e infine scaricare e “armeggiare “un po ‘con le richieste dei broker che ci piacciono di più, per fare in modo che si adattino a noi. Un’altra cosa che possiamo cercare sono le risorse di formazione di qualità che esistono là fuori su pagine specializzate, per formarci nel miglior modo possibile.

D’altra parte, l’acquisto di valuta può essere fatto tramite la nostra banca o recandovi in ​​una casa di cambio, cercando sempre le commissioni meno onerose, che in alcuni paesi non dipendono solo da dove si acquista la valuta ma anche da quale valuta si acquista , senza andare oltre, in Argentina il dollaro ha un tasso aggiuntivo del 30 per cento, poiché la valuta statunitense viene utilizzata come riserva di valore contro un peso argentino che perde costantemente valore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: