Ecco come funzionano i neuroni specchio

Ogni persona ha una routine diversa, dal momento in cui si sveglia al momento in cui va a dormire. E durante questo periodo di tempo, ognuno interagisce con altre persone, comprende le loro emozioni, riconosce i loro comportamenti e può anche relazionarsi alle attività che svolgono.

La capacità di empatia è una delle più grandi qualità degli esseri umani. Il potere di interagire e relazionarsi con altre persone e persino con altri animali.

Nel nostro cervello ci sono recettori dello stimolo e ci sono neuroni speciali che rendono possibile sentirsi motivati ​​da ciò che fanno gli altri: neuroni specchio, sebbene la loro spiegazione sia alquanto diversa e si basi sull’apprendimento per imitazione.

Cosa sono i neuroni specchio?

I neuroni specchio hanno un nome che li rappresenta perfettamente. Questi neuroni si attivano nel cervello delle persone ogni volta che viene eseguita un’azione o si vede un’altra persona che esegue quella particolare azione.

Di per sé, i neuroni specchio consentono alle persone di sperimentare ciò che stanno vivendo gli altri, e questo è possibile perché questi neuroni specchio (come vengono anche chiamati) cercano di copiare o replicare quell’azione, stimolando la sensazione di risposta.

Ad esempio, quando vedi qualcuno sbadigliare, i tuoi neuroni specchio fanno sbadigliare anche te. Quando qualcuno ti sorride, i tuoi neuroni specchio stimolano il riflesso in modo che anche tu sorrida. Quando vedi qualcuno inciampare e cadere per strada, i tuoi neuroni specchio ti fanno immaginare il dolore che quella persona ha sofferto.

I neuroni stabiliscono connessioni tra loro in tutto il cervello e trasmettono messaggi agli altri quasi immediatamente. Quindi gli stimoli causati dal vedere un’azione si diffondono rapidamente e possono sentire come se stessero vivendo nella propria carne.

A cosa servono?

I neuroni specchio iniziano a funzionare non appena abbiamo tre giorni, da questo momento i bambini possono già riconoscere una faccia sorridente e una faccia triste.

Altre funzioni di questi neuroni

  • Neuroni specchio aiutano a riconoscere gesti ed espressioni di altre persone, in modo che le loro intenzioni possano essere comprese e anche creare legami di empatia e relazione. L’empatia è importante per essere in grado di essere comprensivi con le situazioni che vivono gli altri.
  • I neuroni specchio svolgono un ruolo importante nell’apprendimento, di qualunque tipo. Se si tratta di apprendimento accademico, i neuroni specchio sono quelli che cattureranno le informazioni degli educatori e quindi aiuteranno a ripetere il messaggio. Se si tratta di capacità di apprendimento, ad esempio la guida, questi neuroni motiveranno le persone a imitare e mantenere la posizione del loro insegnante di guida, così come i loro movimenti al volante.

Scoperta dei neuroni specchio

Circa 23 anni fa, nel 1996, il team di Giacomo Rizzolatti scoprì i neuroni specchio durante uno studio con i primati per comprendere meglio il loro cervello.

Durante questo studio, sono state prese note su ogni cambiamento nel cervello dei primati quando hanno avuto una reazione. A un certo punto, un gruppo di neuroni si attivava ogni volta che il primate vedeva una persona interagire e manipolare un oggetto. Gli stessi neuroni sono stati attivati ​​anche quando al primate è stato permesso di giocare e manipolare detto oggetto come se lo sapesse già.

Questo ha finito per mostrare che il cervello degli umani (e anche quello dei primati), e più specificamente, le menti, sono specchi l’uno dell’altro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: