Gallio, il metallo che si scioglie nella tua mano

La natura è sorprendente, magica e talvolta strana e interessante. In questa tipologia l’elemento si inserisce perfettamente gallio, un metallo che si scioglie in mano. Lo conosci? Potreste averlo visto nei video che circolano in rete e forse avete avuto modo di confonderlo con il mercurio, perché allo stato liquido è molto simile.

Gallio è un metallo morbido trovato raramente in natura. Si trova in quantità molto piccole in minerali come alluminio, bauxite, carbonio e zinco, tra gli altri. Si trova anche nella crosta terrestre, nel mare, nell’atmosfera, nel fumo di carbone e nel corpo umano in piccole quantità.

Poiché non è molto abbondante, ogni anno se ne ottengono solo circa 30 tonnellate nel mondo. I principali mezzi per la sua estrazione sono i processi di raffinazione dello zinco e del rame.

Origine del gallio

Prima che la sua esistenza fosse stabilita, il chimico russo Dimitri Mendeleev, famosa per la formulazione della tavola periodica, già sospettata della sua esistenza. Tuttavia, lo è stato Paul Émile Lecoq de Boisbaudran, chi in 1875 scoperto. Ha fatto la scoperta dopo aver guidato l’energia elettromagnetica in un campione di zinco dei Pirenei. Successivamente, ha usato l’elettrolisi per estrarre e isolare il gallio.

Ha chiamato l’elemento scoperto dopo la sua nativa Francia. La regione in cui si trova questa nazione, era precedentemente conosciuta con il nome dal latino Galia. Gallio deve anche il suo nome a un gioco di parole: gallus significa gallo, che è proprio quello che significa in francese il nome del suo scopritore “Le coq”.

Caratteristiche dell’elemento Gallio

Tra le caratteristiche più notevoli del Gallio c’è il suo colore, che varia a seconda dello stato in cui si trova. Allo stato solido sarà argento, ma il suo colore cambierà in grigiastro allo stato liquido. Altre sue proprietà sono:

  • Numero atomico: 31
  • Massa atomica: 69,723
  • Ossidazione: + 3
  • Punto di ebollizione: 30 ° C
  • Punto di fusione: 2403 ° C

Sono proprio queste ultime proprietà che spiegano perché il gallio è un metallo che si scioglie in mano. Ciò si verifica perché può fondere a 29,76 °. Maneggiare il gallio per vedere come si scioglie è sicuro. Tuttavia, il contatto con l’elemento può lasciare macchie sulle mani.

Usi di questo metallo

Questo particolare metallo ha una serie di usi. Principalmente in medicina ed elettronica. Questi sono alcuni:

  • Manometri e termometri per alte temperature.
  • Amalgame dentali.
  • Saldature su materiali non metallici.
  • Semiconduttore per sorgenti luminose, transistor e raddrizzatori.
  • In una fabbrica di telefoni cellulari e computer ad alta potenza.
  • Nei telescopi.
  • Come liquido refrigerante.
  • Medicinali.
  • Gammagraphy.

Inoltre, questo metallo ha un uso considerato ostile all’ambiente e bellico. Riguarda il loro ruolo nella costruzione di armi nucleari per stabilizzare il plutonio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: