I cinque movimenti più noti della Terra

Il movimenti della terra i più conosciuti e che ci viene insegnato a scuola sono la rotazione e la traduzione. Ma questi sono solo due dei file cinque movimenti principali del nostro pianeta, gli altri tre sono: precessione degli equinozi, nutazione e oscillazione di Chandler.

Moto rotatorio

Il terzo pianeta più vicino al Sole nel sistema solare, ruota attorno al proprio asse per eseguire il movimento di rotazione. La Terra compie una rivoluzione completa, in direzione ovest-est, in 23 ore, 56 minuti e 4,1 secondi, cioè in un giorno.

Il movimento rotatorio produce i giorni e le notti. Mentre il pianeta si muove, metà è esposta all’illuminazione dei raggi del sole e l’altra metà è nell’oscurità.

Movimento di traduzione

Con il movimento di traslazione, la Terra descrive a orbita ellittica attorno al Sole che richiede 365 giorni per completare, ovvero un anno. Il pianeta si sta muovendo a una velocità di 29,5 chilometri al secondo fino a completare una traiettoria di 930 milioni di chilometri.

Una delle caratteristiche della traslazione è la variazione della distanza tra la Terra e il Sole. A gennaio la Terra è nel suo punto di orbita più vicino al Sole (perielio), mentre a luglio è nel suo punto più lontano (afelio ).

Precessione

La precessione degli equinozi è un altro dei movimenti della Terra. È un movimento rotatorio dell’asse inclinato del pianeta, un giro simile a quello di una trottola. È prodotto dal momento di forza che il Sole esercita sulla sfera terrestre.

Non c’è precisione sulla durata completa del movimento perché dipende dall’influenza dello spostamento e dei movimenti delle placche tettoniche. Questi alterano il grado di inclinazione della Terra a causa di terremoti e tsunami. Tuttavia, è stato stimato che ci vogliono tra 25.700 e 25.900 anni.

Nutazione

Tra i movimenti della Terra c’è anche la nutazione, a oscillazione causata dall’attrazione gravitazionale della Luna.

La nutazione consiste in una vibrazione dell’asse terrestre, ed è considerata un’irregolarità del movimento di precessione, perché i cerchi che descrive non sono perfetti.

Durante il giro completo della precessione, la Terra esegue movimenti di nutazione ciclici, ognuno dei quali può durare 18,6 anni.

Chandler traballa

Il quinto dei movimenti della Terra che descriveremo è l’oscillazione di Chandler. Come suggerisce il nome, è un’oscillazione, a moto alternativo dell’asse terrestre, scoperto dall’astronomo Seth Carlo Chandler.

L’oscillazione si completa in circa 433 giorni. Produce lo spostamento della Terra fino ad un massimo di 9 metri rispetto alla posizione stimata in un determinato momento.

Le cause dell’oscillazione di Chandler non sono ancora note. Ci sono teorie che indicano la sua origine nei cambiamenti climatici del pianeta o nella variazione della concentrazione salina degli oceani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: