Labrador Retriever: Origine, caratteristiche, alimentazione e altro ancora

Il Labrador Retriever è noto a tutti come il più apprezzato animale domestico di famiglie con bambini, per la terapia con animali da compagnia, eccellente nelle operazioni di salvataggio e un cane guida fedele. È noto anche per la sua partecipazione a campagne pubblicitarie grazie al suo aspetto docile e affascinante.

È una razza che si distingue per la sua capacità di cacciare nella palude. Oltre ad essere un fedele compagno, è un animale con una forte costituzione, un eccellente temperamento, agilità e adattabilità. Intelligente, attento e condiscendente, accomodante in natura, mai aggressivo o timido, ha un ottimo senso dell’olfatto e un istinto notevole. Matura fino all’età adulta, di solito dopo i due anni. Non mostra mai paura e si diverte in tutte le situazioni.

Una delle caratteristiche del Labrador Retriever è la sua eccellente intelligenza. Le sue capacità protettive si distinguono anche quando è circondato da bambini e altri animali domestici e cuccioli. In questo articolo vedremo in dettaglio l’origine, le caratteristiche, l’alimentazione e molto altro ancora di questa fantastica razza.

Storia e origine del Labrador Retriever

Non è sempre facile risalire con precisione e datare le origini di una razza animale, in particolare di un cane. E per una buona ragione, il cane è un animale che si è evoluto molto nel corso della sua storia. Naturalmente, si è evoluto naturalmente, ma anche attraverso l’intervento umano.

Le domande che si possono porre sono: quando, come e perché il cane è diventato un animale domestico e perché ci sono così tante razze di cani della stessa origine? La risposta a queste domande non è del tutto chiara, perché anche gli scienziati si contraddicono a vicenda circa l’origine delle diverse razze di cani.

Labrador

Tutto questo è al di fuori dello scopo di questo articolo, in quanto solo il Labrador Retriever ci interesserà qui. Questa prima osservazione, tuttavia, ci è sembrata opportuna. Fortunatamente, nel caso del cane Labrador, le domande (e le risposte) sulle origini della sua razza sono meno ambigue.

Il Labrador Retriever è una razza relativamente nuova e non ci sono molte leggende al riguardo, ad eccezione della leggenda che il cane Labrador sia nato dall’incrocio tra un cane di Terranova e una lontra.

Per parlare delle origini del Labrador Retriever, dobbiamo parlare della regione di Terranova. Nel XVIII secolo, c’erano alcuni cani che si distinguevano per essere ottimi nuotatori in acque fredde. Erano in grado di immergersi e recuperare le reti e le catture di pesca dai marinai locali.

A quel tempo, c’erano due tipi di cani. Uno era l’imponente antenato del Terranova, e l’altro tipo, più piccolo e con un cappotto leggermente più corto, si chiamava “San Juan“, come era la capitale dell’isola. Anche se con un pelo leggermente più lungo e più corto, il cane “San Juan” è il più vicino all’attuale Labrador Retriever.

Labrador Retriever giallo

Non si sa se questo sia dovuto ad una nuova legge del 1815 sull’isola, che decideva di eliminare i cani randagi, che venivano venduti ai pescatori inglesi ed esportati in Europa. In ogni caso, per un motivo o per l’altro, all’inizio del XIX secolo, i cani di Terranova arrivarono in Inghilterra.

Gli inglesi di alta classe sociale che praticavano la caccia in corte, mostrarono una particolare predilezione per questi cani. Negli anni successivi, sono stati effettuati incroci per migliorare la razza. Sembra probabile che siano stati fatti incroci tra il cane San Juan e l’inglese Setter, che ha permesso un più sviluppato senso dell’olfatto, oltre a raggiungere il caratteristico mantello dell’attuale Labrador Retriever.

La nascita dello standard della razza Labrador Retriever risale al 1887. Nel 1903, il Kennel Club inglese registrò il primo standard ufficiale.

Standard della razza Labrador Retriever

Lo “standard di razza” è lo strumento utilizzato dai giudici per valutare la conformità dei cani ai caratteri morfologici e caratteriali che ogni razza dovrebbe possedere. È lo strumento che permette a ciascun allevatore di allevare esemplari che soddisfino i requisiti stabiliti. Ogni allevatore ha il dovere di proteggere le caratteristiche morfologiche e caratteriali descritte nella norma, al fine di proteggerle nel tempo per il bene della razza. Per quanto riguarda il Labrador Retriever, vediamo quali sono le sue caratteristiche fisiche secondo i suoi standard di razza.

Labrador Retriever nero

Aspetto generale: struttura robusta, compatta, molto attiva, ampio cranio, torace e costole larghe e profonde e asse posteriore largo e robusto.

Caratteristiche: Molto agile, naso eccellente, amante dell’acqua e grande nuotatore.

Temperamento: intelligente, entusiasta e docile, desideroso di compiacere e senza alcuna traccia aggressiva o eccessiva timidezza.

Testa e cranio: larghi con una battuta ben definita. Testa ben sagomata, asciutta, senza guance carnose. Mascelle di media lunghezza, potenti e non affilate. Ampio naso, con narici ben sviluppate.

Occhi: di media espressione, marrone o nocciola e dall’aspetto docile e intelligente.

Orecchie: né larghe né pesanti, portate vicino alla testa e unite un po’ all’indietro.

Bocca: mascelle e denti robusti. Dentiera perfetta, regolare e completa, con chiusura a forbice, cioè con gli incisivi superiori sovrapposti e aderenti agli incisivi inferiori e perpendicolari alle mascelle.

Collo: linea bella, forte, potente, potente, unita a spalle ben posizionate.

Arti anteriori: lunghe spalle oblique. Belle arti, direttamente dal gomito al pavimento, visto dalla parte anteriore e di profilo.

Tronco: ampio petto discendente con costole ben arcuate. Reni ampi, compatti e robusti.

Arti posteriori: ben sviluppati, non inclinati verso la coda.

Piedi: rotondi, compatti; dita dei piedi ben arcuate e le dita dei piedi ben sviluppate.

Coda: Caratteristica della razza. Molto grande verso la base, decrescente verso l’estremità, di media lunghezza, non presenta frange, ma è ricoperto da un pelo corto, denso e spesso, che gli conferisce quell’aspetto arrotondato della lontra. La indossa allegramente, ma mai arrotolata sulla schiena.

Camminata e movimento: sciolta, con gradini sufficientemente lunghi, marcia rettilinea e vista dall’avanti e dal retro.

Pelo: caratteristica della razza. Breve e spessa, senza frange ondulate, abbastanza dura al tatto e resistente alle intemperie.

Colori: nero, giallo e cioccolato.

Dimensioni: l’altezza ideale al garrese è di 56-57 cm per i maschi, 54-56 cm per le femmine.

Cura del Labrador Retriever

Carattere e personalità del Labrador Retriever

È un cane intelligente, leale, dedicato e merita il titolo di “migliore amico dell’uomo“. Il Labrador Retriever garantisce sicurezza, affetto, attenzione e piacevole compagnia. È assolutamente meraviglioso con i bambini e molto buono con gli altri cani. Può diventare riservato con gli sconosciuti e se lasciato solo e senza stimoli per lungo tempo, diventerà solitario, noioso e lontano.

Ha una grande capacità di ricerca, salvataggio e attività di rilevamento. Il Labrador Retriever è un cane pieno di energia e curiosità, con un’intelligenza e un’empatia uniche. Infatti, è spesso utilizzato in attività come la terapia con animali da compagnia o l’addestramento di cani guida. Nei primi anni di vita, questa razza si distingue spesso per l’iperattività dei cuccioli, che può richiedere una certa formazione per essere gestita.

Labrador Retriever

Sia per i cuccioli che per gli adulti, è importante che facciano passeggiate per correre e liberare energia.  Altrimenti, non c’è da meravigliarsi che mostri segni di stress e comportamenti inappropriati che possono portare ad un temperamento più impulsivo. Avere un giardino o un parco con un’area giochi renderà la sua vita più facile. Quando possibile, nuotare sulla spiaggia, sul fiume o in piscina li renderà molto felici.

Il Labrador Retriever è un cane felice, intelligente, tenero e giocoso. Come tutti i cani da recupero, è un lavoratore instancabile. La migliore caratteristica del Labrador è il suo carattere. È un cane socievole, ama stare con l’essere umano ed è felice quando può farlo. È paziente con i più piccoli, quindi è un animale ideale per le famiglie con bambini. Non è un cane da guardia, al massimo può abbaiare in senso protettivo, ma non è mai aggressivo.

Come cane da azione e da lavoro, si annoia se non ha nulla a che fare. Se non sono ben addestrati, può essere un po’ difficile gestirli, a causa delle loro dimensioni ed esuberanza naturale. In assenza di movimento, possono diventare indisciplinati o addirittura fuggire per alleviare la noia e l’energia in eccesso. Tuttavia, sono facili da addestrare, quindi farli eseguire test di obbedienza può essere un ottimo modo per interagire, considerando che si tratta di un cane che ha bisogno di affetto.

Cuccioli del Labrador Retriever

Se compriamo un cucciolo Labrador, la prima cosa che osserveremo sarà il suo prezzo. Un cucciolo di pedigree può costare dagli 800 ai 1600 euro, un costo che si pagherà con interesse in amore e devozione.

Trovare un buon cucciolo non dovrebbe essere difficile. Internet è piena di pubblicità da parte di privati e allevatori, ma bisogna stare molto attenti a trovarne uno che sia davvero serio e affidabile. Bisogna stare attenti ad un prezzo troppo basso, quasi sempre a causa della mancanza di controlli di qualità, vaccini e un’adeguata conoscenza degli esemplari offerti.

Labrador Retriever cioccolato

Il prezzo del Labrador Retriever dipende da una serie di fattori, in particolare dal buon lavoro di selezione svolto dall’allevatore, dai controlli coerenti e dal servizio di assistenza fornito durante e dopo la vendita.

Il cucciolo Labrador Retriever deve essere accompagnato dal libretto sanitario con i vermi e le vaccinazioni, microchip e non prima di aver raggiunto i 90 giorni di età (tre mesi). La legislazione spagnola impone l’identificazione dei cuccioli mediante microchip. Prima di acquistare, oltre al prezzo, assicurati che l’allevatore ti dia quante più garanzie possibile.

Alimentazione e salute del Labrador Retriever

Abbiamo volutamente combinato questi due termini, nutrizione e salute, proprio perché un’alimentazione corretta è essenziale sia per mantenere il nostro cane in buona salute che per prevenire alcune malattie, come la displasia dell’anca e del gomito, che, pur avendo una buona base genetica, sono favorite o aggravate da una cattiva alimentazione. Prima di riportare a casa il cucciolo, è necessario consultare l’allevatore in merito al cibo che stava mangiando. Si può continuare con lo stesso cibo, ma se non lo si fa, si dovrebbe interporre il cibo originale con il nuovo cibo per evitare diarrea o disagio nel cucciolo. Si dovrebbe anche dargli tre pasti al giorno durante la sua fase di cucciolo.

Cuccioli del Labrador Retriever

I labrador sono cani di taglia media grande che raggiungono un peso di circa 30 kg per le femmine e di circa 35 kg per i maschi. Questi cani hanno un periodo critico di crescita che va dai 2 ai 5 o 6 mesi di età. Durante questi mesi, il cucciolo raddoppia il suo peso e raggiunge la metà che avrà da adulto. Una dieta troppo energica può accelerare ulteriormente la crescita, in particolare danneggiando anche le strutture delle ossa e delle articolazioni deboli e favorendo le cosiddette malattie ortopediche dello sviluppo.

L’eccesso di calcio e fosforo altera anche il processo di ossificazione, danneggiando le piastre di crescita e le articolazioni. È pertanto di vitale importanza adoperarsi per un cambiamento regolare e armonioso. Durante questo periodo, daremo al nostro cucciolo una dieta a basso contenuto proteico. In generale, consigliamo alimenti per cuccioli con un contenuto proteico di origine animale (agnello, vitello, pesce, ecc.) non superiore al 25-28%.

Per quanto riguarda i grassi, è meglio non superare i valori del 12-14%, l’importante è assicurarsi che ci siano acidi grassi essenziali (Omega 3 e Omega 6), necessari per una crescita sana (è buona norma leggere attentamente le etichette dei mangimi Premium e scegliere quelli che indicano l’origine delle materie prime naturali al 100%). L’alimentazione deve essere digeribile e quindi la fibra non deve essere superiore al 2,5-3%. Successivamente, è necessario verificare che il contenuto di calcio e fosforo sia corretto, che il calcio sia intorno all’1,2%, mentre il contenuto di fosforo sia intorno allo 0,8-1%.

Allenamento del Labrador Retriever

La quantità totale giornaliera, divisa in tre pasti e poi due, dovrebbe essere di 400-450 grammi. Il cibo può essere dato così com’è o si può inumidire con acqua. Ricordati di pesare il cucciolo appena arrivato a casa e di controllare il suo peso ogni 15 giorni. Questo è per verificare la crescita corretta. Si tenga presente che un cucciolo sano e ben nutrito dovrebbe guadagnare un chilo alla settimana tra il secondo e il terzo mese di vita. Questa crescita rallenterà leggermente tra il quarto e il settimo mese e si fermerà completamente intorno all’ottavo mese. D’ora in poi, il peso rimarrà costante, mentre la massa muscolare continuerà ad aumentare.

Il dibattito tra coloro che sono favorevoli a un alimento basato su mangimi commerciali e coloro che preferiscono alimenti cucinati in casa è ancora di grande attualità. Non si tratta di difendere una tesi o l’altra. Ma è vero che gli alimenti completi premium hanno il vantaggio di essere pronti, ben equilibrati e diversificati in relazione alle diverse esigenze del cane. D’altra parte, sarà molto difficile preparare ogni giorno un alimento fatto in casa che risponda a tutte le esigenze nutrizionali del cane, quindi consigliamo di scegliere un alimento di qualità in base alle caratteristiche e all’età del Labrador Retriever. È superfluo dire che è sempre necessario effettuare visite regolari al veterinario per controllare lo stato di salute in generale e la nutrizione in particolare.

Dopo i pasti e a stomaco pieno, è assolutamente necessario evitare che il cane compia movimenti fisici eccessivi, come saltare, correre, salire le scale, ecc.

Cura del Labrador Retriever

La cura e la manutenzione del Labrador non richiedono uno sforzo particolare, ma molta perseveranza. I labrador perdono i capelli in grandi quantità, per evitare di trovare la casa piena, è bene spazzolarli un paio di volte alla settimana. Se il cane ha la possibilità di raggiungere la spiaggia, il fiume o una piscina (ma anche una pozzanghera), difficilmente penserà due volte prima di nuotare. Se lo fa, basta lavarlo con acqua e usare uno shampoo canino. Quando i cani di questa razza si bagnano, bisogna fare attenzione ad asciugare bene le orecchie. Tenere presente che l’umidità può causare infezioni.

salute del Labrador Retriever

Se hai letto fino a questo punto, significa che sei davvero interessato ad avere un Labrador Retriever. Se decidi di fare questo passo, considera questi altri suggerimenti specifici per la razza. L’aumento di peso ideale per un cucciolo Labrador è di circa 1 kg/settimana. Pertanto, verifica che la crescita sia corretta. Non sovraccaricare le articolazioni del cucciolo con salti, scale o lunghe passeggiate. Per tutto questo avrai tempo una volta raggiunta l’età adulta. I labrador sono cani che tendono a ingrassare facilmente e sono molto avidi. Pertanto, egli limita la sua dieta ai soliti pasti quotidiani, senza eccezioni. Dagli un pezzo di salsiccia per cani come ricompensa, ma solo in quelle occasioni in cui gli hai insegnato qualcosa con successo.

Spazzola il pelo una volta alla settimana per rimuovere i capelli morti. Bagnalo sporadicamente (basta una volta ogni quattro mesi) per non rovinare il suo strato protettivo. Usa uno shampoo delicato per cani o portalo in un salone di bellezza canino.

Allenamento del Labrador Retriever

Il Labrador è una razza di cane molto intelligente, capace di imparare molte cose in fretta. Per questo motivo, i Labrador sono considerati cani abbastanza facili da addestrare. Sono cani molto agili, ma allo stesso tempo forti e potenti, con una grande passione per l’acqua. Hanno un ottimo senso dell’olfatto e sono spesso utilizzati come cani da caccia. Tuttavia, è il loro aspetto animale ideale che li rende molto popolari oggi. I lavoratori possono adattarsi bene a vivere in un appartamento, ma bisogna ricordare che hanno bisogno di una buona dose di esercizio fisico quotidiano, soprattutto quando sono adulti.

Il carattere del Labrador Retriever è uno degli aspetti più positivi di questa razza. Sono infatti cani molto docili, socievoli ed equilibrati, quindi adatti alla vita familiare. Sono notoriamente a misura di bambino, grazie alla loro natura giocosa e mai aggressiva. Non cercano mai di combattere con altri cani e sono anche adatti a vivere sotto lo stesso tetto di altri animali. Non sono mai timidi e amano fare qualsiasi attività finché siano in buona compagnia.

cucciolo Labrador

Il Labrador Retriever è un cane adatto a tutti, purché vengano rispettate le regole di base. Educalo come un cucciolo, in modo che sappia cosa può e non può fare. Senza una buona educazione, troverai un cane disobbediente che creerà grossi problemi con la sua energia e vitalità. Dopo circa 15 mesi, portalo a passeggiare almeno una volta al giorno (a meno che non abbia un grande giardino). Trascorri del tempo con lui. Se sei assente dalla mattina alla sera, il Labrador Retriever non è il cane che fa per te. Lasciarlo da solo per qualche ora va bene, ma ha bisogno di affetto e momenti di gioco per sentirsi bene a casa.

Conclusione

Il Labrador Retriever è uno dei cani più conosciuti e amati al mondo. La sua bellezza, l’intelligenza e la capacità di adattarsi ad una varietà di situazioni lo hanno reso un cane molto diffuso e popolare. È una razza che ha bisogno di molto esercizio fisico per mantenersi in buona forma fisica e mentale. Se finalmente scegli un Labrador Retriever come animale domestico, vedrai come ti innamorerai fin dal primo momento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: