Leucociti bassi: Cosa significa leucopenia, sintomi e cause

Lasciamo sempre gli esami del sangue per quando sentiamo un disturbo che ci costringe ad andare dal medico. Lo specialista leggerà i risultati e se ci dice che abbiamo i leucociti bassi, sai cosa significa veramente? In questo articolo spiegheremo tutto ciò che devi sapere quando ti trovi di fronte a un caso di leucopenia o leucociti bassi.

Qual è la funzione dei leucociti

I globuli bianchi sono globuli che si trovano insieme alle piastrine e ai globuli rossi nel flusso sanguigno e in tutto il corpo. Si trovano sul tessuto di alcuni organi del sistema immunitario come milza, fegato, linfonodi e reni dove terminano il loro processo di maturazione.

I globuli bianchi provengono da cellule staminali prodotte all’interno del midollo osseo. La funzione più importante che i leucociti svolgono è quella di difendere il corpo dalle infezioni da parassiti o batteri. Sono molto importanti per il corretto funzionamento del sistema immunitario in quanto risponde a diverse infezioni. Se in qualsiasi momento un corpo estraneo come un fungo, un batterio o un parassita entra nel nostro corpo, i leucociti aiuteranno a controllare l’infezione in modo che non si diffonda ed eviti di creare ulteriori danni agli organi. Mantenere livelli adeguati è un segno che non siamo affetti da un’infezione o da una condizione allergica o respiratoria.

Tipi di leucociti o globuli bianchi

Non tutti i leucociti sono uguali e non tutti svolgono la stessa funzione. Veramente ci sono 5 diversi tipi di leucociti e ciascuno di essi è creato per lavorare da solo nella lotta contro le infezioni a seconda della natura dell’agente trasmittente. Spesso lavorano insieme per attaccare infezioni molto gravi. I globuli bianchi sono classificati in:

Eosinofili. Questo tipo di leucociti è molto sensibile alla presenza di qualsiasi agente estraneo che entra nel nostro corpo. Agiscono in caso di infezioni parassitarie complesse e la loro membrana cellulare si infiamma in presenza di condizioni allergiche, ecco perché ci gonfiamo quando stiamo attraversando un caso di rinite o allergia. La sua durata è molto breve e non supera i 4 o 5 giorni.

Basofili. Agiscono contro le reazioni allergiche producendo una proteina chiamata istamina che provoca la dilatazione dei vasi sanguigni. La sua composizione è costituita da granuli che vengono rilasciati per uccidere funghi e batteri. Questo tipo di leucociti è quello prodotto su scala ridotta.

Neutrofili. La sua composizione cellulare è costituita da diversi nuclei. Questo tipo di leucociti agisce immediatamente prima di un attacco di batteri o funghi, essendo il primo ad arrivare al sito dell’infezione. Svolgono la funzione di fagocitosi che li induce a mangiare corpi estranei, sebbene ciò includa la morte del leucocita stesso. Nelle infezioni da micosi o nelle ferite infette, viene prodotta una sostanza bianco latte comunemente chiamata pus che contiene abbondanti neutrofili.

Almeno il 55% (circa 2.000 per ogni campione di sangue) dei leucociti sono neutrofili. La durata della vita di questo tipo di globuli bianchi è di poche ore. Quando siamo di fronte a un caso di brucellosi o salmonella questo tipo di leucociti aumenta in modo significativo e se diminuisce di quantità saremmo inclini a contrarre rapidamente qualsiasi infezione. I leucociti possono anche apparire nelle urine e ci avviserebbero di un possibile caso di infezione delle vie urinarie.

Linfociti Questi tipi di cellule sono molto comuni da trovare nel sistema linfatico. Esistono 3 tipi di linfociti:

  • Linfociti B. Responsabile della produzione degli anticorpi necessari per distruggere i batteri.
  • Linfociti T. Sono responsabili della distruzione delle cellule che possono essere infettate, come i tumori.
  • Cellule natural killer. Questo tipo di leucociti è responsabile della distruzione delle cellule che possono essere infettate da tumori o virus come l’HIV.

Monociti Come i neutrofili, questo tipo di leucociti svolge una funzione di pulizia (fagocitosi) nei tessuti del fegato, dei polmoni, delle ossa e della milza dai residui di cellule morte lasciate dalle infezioni. Hanno una vita più lunga rispetto ad altri e sono grandi. I monociti rappresentano tra il 2 e il 9% dei globuli bianchi totali nel corpo. I disturbi legati a questo tipo di globuli bianchi non sono molto comuni. Il contenuto di monociti di una persona sana è compreso tra 200 e 600 per ogni microlitro di sangue.

Valori leucocitari normali

Il valore normale del numero di leucociti dipenderà da molti fattori. Uno dei più importanti è l’età e il sesso della persona. Un individuo in condizioni di salute ottimali genera fino a 100 miliardi di leucociti al giorno (1% del sangue). Dopo un esame del sangue, il numero di globuli bianchi può essere visto nella lettura “Differenziale leucocitario” che si riferisce alla percentuale di ciascun tipo di globulo bianco per ogni microlitro di sangue. In totale il numero di leucociti in il campione deve essere compreso tra 4.000 – 4.500 e 10.500 – 11.000. Un neonato ha un numero maggiore di globuli bianchi che può raggiungere fino a 30.000 per ogni microlitro di sangue. Le donne incinte tendono a sperimentare disturbi nei valori dei globuli bianchi, motivo per cui richiedono un’alimentazione adeguata e un controllo medico durante la fase di gestazione.

Bassi valori di globuli bianchi o leucopenia

Quando abbiamo i leucociti bassi ci troviamo di fronte a un caso di ciò che è noto come leucopenia. Leucopenia si verifica quando il numero di leucociti è inferiore a 4.000 in un esame del sangue. Non è normale avere globuli bianchi bassi e ci sono molte cause perché ciò si verifichi. Ricorda che i leucociti ci aiutano a mantenere una buona salute e ci difenderanno da qualsiasi virus o batterio che voglia farci del male, quindi se hai i leucociti bassi, saresti più incline ad un attacco infettivo ea contrarre altre malattie.

Sintomi di leucopenia

Avere globuli bianchi bassi può essere la risposta a una malattia in via di sviluppo o la risposta a trattamenti farmacologici più potenti come le chemioterapie e alcuni tipi di antibiotici ad ampio spettro. Quando sono casi molto lievi, non presentano sintomi, ma se la malattia non è stata curata e progredisce in una fase più grave, iniziamo a manifestare qualche disagio nel corpo. Alcuni dei sintomi che sono denominati di seguito indicano che stiamo avendo bassi leucociti:

  • Mancanza di appetito, stanchezza, debolezza, spossatezza, mal di testa e vertigini (a volte accompagnati da svenimento). Pallore e macchie rossastre sulle mani.
  • Aspetto di piccole ulcerazioni sulla mucosa orale. Infiammazione delle gengive.
  • Mestruazioni abbondanti.
  • Disagio durante la minzione
  • Dolore ai reni o al fegato.
  • Cambiamento di umore (è sempre molto nervoso, lunatico, sconvolto tutto il tempo).
  • Mal di stomaco.

Cause di leucopenia

Ci sono molte cause di leucociti bassi tra cui spiccano:

  • Midollo osseo e problemi del sistema immunitario.
  • Emoglobina bassa.
  • Trattamenti chemioterapici.
  • Disturbi alimentari (anoressia).
  • Complicazioni con la tiroide.
  • Malattie trasmesse da parassiti.

Malattie associate alla leucopenia

esistere 5 tipi di leucopenia a seconda del tipo di leucociti bassi che abbiamo e che può innescare una serie di malattie associate.

Eosionopenia. Succede quando abbiamo bassi livelli di eosinofili (inferiori a 50 nel campione di un microlitro di sangue). Questo tipo di leucociti bassi nel corpo ci rende più indifesi contro le infezioni da parassiti.

Basopenia Basso livello di leucociti nei basofili. I bassi livelli di basofili nel sangue sono molto rari.

Neutropenia. Si verifica quando il livello dei neutrofili nel sangue scende al di sotto di 1.000 in un microlitro del campione. Ci sono molte malattie associate che includono: esposizione a trattamenti chemioterapici, radiazioni per combattere alcuni tipi di cancro. Problemi al midollo osseo per la produzione di cellule del sangue che causano anemia o nei casi più gravi leucemia. Anche bassi livelli di neutrofili possono essere una risposta a malattie associate che vengono sofferte come lupus, HIV, AIDS o reumatismi.

Linfopenia Si verifica quando il numero di linfociti è inferiore a 1.000 per ogni microlitro di sangue.

Monocitopenia Livelli di monociti inferiori al normale.

Anche malattie come la malaria o il morbillo sono associate a bassi leucociti, così come ad altri disturbi gastrointestinali.

Trattamento per leucopenia

Il trattamento per leucociti bassi cerca di controllare la malattia o l’infezione che la causa con un processo basato su antibiotici o altri farmaci, come nel caso particolare delle infezioni, e in questo modo i leucociti torneranno ai loro livelli normali. Nei casi più gravi in ​​cui il danno è nel midollo osseo, il medico ti dirà dopo una bioxia se puoi seguire un trattamento per stimolare il midollo o se è necessario un trapianto. Le persone che soffrono di malattie come l’HIV, l’AIDS, il cancro, il lupus o la leucemia devono far fronte alla malattia con i farmaci appropriati e le cure necessarie, ma sotto stretto controllo per tutta la vita. La dieta è un fattore chiave che può aiutare ad aumentare il livello di globuli bianchi bassi. Assumi molta vitamina C ed E che aiutano a rafforzare il sistema immunitario e mangiare molte calorie per evitare la perdita di peso causata da bassi globuli bianchi.

Come aumentare i globuli bianchi

Quando abbiamo i leucociti bassi, dobbiamo andare da un medico specialista per darci un trattamento che ci aiuti ad aumentare i livelli. Alcuni farmaci come i corticosteroidi possono aiutare ad aumentare i livelli. Anche portare una dieta ricca di frutta e verdura che contengono molta vitamina C o somministrati tramite integratori vitaminici ci aiutano contro i leucociti bassi. Fornire una media di 200 mg di vitamina C al giorno. Consumare molta vitamina E aiuta anche a ricostituire i tessuti. Includi verdure, cereali e noci nella tua dieta per aumentare le cellule immunitarie che formano gli anticorpi che ti aiuteranno a superare le infezioni batteriche. Avere bassi leucociti ci fa perdere l’appetito e quindi diminuire la massa corporea consumare cibi energetici, proteine ​​e Omega 3 per mantenere il giusto peso. Comprende carni rosse e bianche, pesce, succhi di frutta e verdura. I trattamenti a base di steroidi aiutano anche ad aumentare i livelli di globuli bianchi, ma consulta il tuo medico prima di prenderli da solo.

Leucociti bassi nei bambini

Nei bambini possono verificarsi anche bassi livelli di globuli bianchi. Una persona alla nascita ha un livello più elevato di leucociti rispetto a un adulto sano (tra 9.000 e 30.000 per campione). Questo perché il tuo corpo non ha creato gli anticorpi necessari per combattere le infezioni nell’ambiente; il sistema immunitario lo fa come meccanismo di difesa. Ora, se un neonato nasce con livelli inferiori alla media, questo già merita attenzione del pediatra e la causa deve essere ricercata. Molte volte la cattiva alimentazione della madre durante la gravidanza fa nascere il bambino con malnutrizione e può essere causa di leucopenia.

Ci sono stati anche casi di bambini nati con l’HIV e questa malattia abbassa le difese. Nel caso in cui non sia uno dei due precedenti, il medico eseguirà una biopsia del midollo osseo per verificare se c’è un danno più grave che giustifichi un altro trattamento o trapianto. Anche i bambini di altre età possono avere casi di globuli bianchi bassi, ma devi sapere perché. Ad esempio, se il bambino sta iniziando un’immagine virale (un’influenza) è normale che i livelli scendano leggermente di leucociti e dovrebbe essere recuperato con farmaci, una buona alimentazione e cure speciali.

Per concludere, quando andare dal medico per i leucociti bassi

Se avverti alcuni dei sintomi che descriviamo sopra, non lasciare che questo disagio avanzi per più di una settimana e vai dal medico. Uno specialista ti indicherà che fai un’ematologia completa e lì il conteggio dei leucociti sarà visto per controllare la malattia o l’infezione che si sta sviluppando e potrai continuare a condurre una vita sana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: