Leucociti del sangue alto, cosa significa?

Ti senti male o stanco? Hai una sensazione di formicolio agli arti? Hai sentito fastidio durante la minzione o forse stai attraversando una condizione allergica o asmatica? La prima cosa che fai è visitare il tuo medico e la prima cosa che farà è ordinarti di fare un’ematologia completa. Se il tuo risultato indica che hai l’estensione leucociti alti Sai cosa significa veramente?

Cosa sono i leucociti

I leucociti o globuli bianchi sono uno dei componenti che compongono il sangue insieme ai globuli rossi e alle piastrine. L’essere umano produce in giro cento miliardi di questi tipi di cellule al giorno. Alcuni leucociti hanno una durata di vita più breve di altri poiché la loro durata può essere di ore, giorni o mesi a seconda delle condizioni di salute della persona.

I leucociti nascono nel midollo osseo e nel sistema linfatico provengono da “cellule staminali”. Da lì viaggiano verso il sangue e altri organi del corpo.

La funzione primaria dei leucociti è quella di proteggerci da agenti infettivi e parassiti che possono entrare nel nostro corpo.

Tipi di leucociti o globuli bianchi

Ci riferiamo sempre ai leucociti come a un singolo tipo di cellula, ma la verità è che ci sono 5 diversi tipi di leucociti e ognuno è fatto per svolgere una funzione specifica a seconda del tipo di agente infettivo. I tipi di leucociti o globuli bianchi sono:

  • Eosinofili. Appartiene al gruppo dei granulociti poiché hanno nella loro struttura cellulare dei granuli che vengono rilasciati in presenza di un corpo estraneo come un parassita, indebolendolo o distruggendolo. Agiscono anche contro i sintomi di allergia. In un campione di laboratorio rappresentano tra l’1 e il 4% del totale dei globuli bianchi per ogni microlitro di sangue.
  • Basofili. Rappresentano il 3% dei leucociti totali in un campione di sangue. I disturbi legati ai basofili non sono solitamente molto frequenti e agiscono quando ci troviamo, ad esempio, davanti a un quadro di infezione da batteri della pelle (allergie) o ustioni, poi agiscono per regolare l’allergia. La sua durata di vita non è solitamente superiore a 4 giorni. Svolgono una funzione dei macrofagi, questo significa che mangiano i batteri.
  • Neutrofili. Questi leucociti sono i primi ad agire contro un attacco di funghi o batteri. Svolgono una funzione fagocitica succhiando i batteri che causano l’infezione, ma sacrificano la loro vita in questa funzione, formando il “pus” quando muoiono. Rappresentano tra il 40 e il 60% dei leucociti totali in un campione di sangue. Poiché sono i più abbondanti, hanno una risposta immediata alle infezioni.
  • Linfociti Questi tipi di leucociti sono agranulati poiché non hanno granuli nella loro membrana cellulare. In un campione di sangue rappresentano circa il 30% dei globuli bianchi totali. Esistono 3 tipi di linfociti: cellule T, B e Natural Killer. I leucociti hanno la capacità di differenziare le cellule del corpo dalle cellule estranee che vi entrano. Le infezioni e le malattie causate dai linfociti sono le più comuni, hanno la capacità di produrre proteine ​​per attaccare qualsiasi fungo o batterio. Sono di piccole dimensioni.
  • Monociti Come i neutrofili, i monociti si trovano nei tessuti di alcuni organi come milza, fegato, reni e gangli, avendo la funzione di pulire i resti delle cellule morte che si trovano nei tessuti dai batteri. La sua composizione è priva di granuli nella sua membrana cellulare. Rappresentano il 9% dei globuli bianchi totali in un campione di sangue.

Valori leucocitari normali

Per sapere se i nostri valori leucocitari sono normali dobbiamo fare un esame del sangue. I valori dipenderanno dallo stato di salute della persona, dall’età e dal sesso, ma normale in un adulto è compreso tra 4.000 e 11.000 leucociti per ogni microlitro di sangue, cioè l’1% del sangue totale. Nei neonati, il numero di globuli bianchi è generalmente più alto (tra 9.000 e 30.000).

Cosa significa avere globuli bianchi alti?

Se durante l’esecuzione di un esame del sangue si osserva che abbiamo leucociti alti (oltre 11.000 in un campione di un microlitro di sangue), è che siamo in presenza di un’infezione o malattia che si sta sviluppando nel corpo. A questo è noto come leucocitosi. Forse è anche la risposta a un trattamento medico o stai attraversando una grave condizione allergica o un virus. In ogni caso, un trattamento tempestivo è importante. Vai da un ematologo per fare gli studi complementari e potresti anche dover estrarre un campione di midollo osseo quando questi sono casi più difficili da diagnosticare. Sicuramente il medico chiederà la tua storia clinica per sapere quali farmaci o malattie soffri o hai sofferto.

Sintomi di leucocitosi

Avendo alti leucociti iniziamo a sentire:

  • febbre ondeggiante tra 38 e 39 º C.
  • Debolezza, riluttanza, stanchezza, sonno.
  • Diminuzione dell’appetito. Malattia. Perdita di peso.
  • Aspetto di macchie viola sulla pelle simili a protuberanze (contusioni).
  • Visione sfocata.
  • Problemi respiratori.
  • Bassa pressione sanguigna (a volte svenimento).
  • Formicolio alle braccia e alle gambe.

Cause di leucocitosi

Alcune di queste condizioni possono essere la causa di avere globuli bianchi alti:

  • Grave quadro infiammatorio.
  • Virosi, forte influenza, asma.
  • Ferite o ustioni sulla pelle.
  • Preoccupazioni della vita quotidiana (stress elevato).
  • Allergie batteriche. Rinite.
  • Fumare eccessivamente.
  • Uso di un farmaco come i corticosteroidi.
  • Problemi al midollo osseo (sovrapproduzione cellulare).

Malattie associate alla leucocitosi

Le malattie associate a leucociti alti possono essere allergie cutanee dovute a batteri come la scabbia, anche malattie del sistema immunitario come allergie, dermatiti, riniti e malattie respiratorie come l’asma. Anche la leucemia e lo sviluppo di tumori o cancro sono associati a leucociti alti e nei casi di persone che soffrono di epilessia.

Trattamento per leucocitosi

Trattamento con antibiotici e antinfiammatori per eliminare la causa di infezione o infiammazione, riporterà i globuli bianchi alti alla normalità. Nel caso in cui il problema risieda nel malfunzionamento del midollo osseo, un trapianto è ciò che viene fatto dopo una serie di rigidi studi.

I cinque tipi di leucocitosi

Esistono 5 tipi di leucocitosi, a seconda del tipo di cellula che sta subendo un’alterazione.

  • Neutrofilia. Quando abbiamo neutrofili alti. Può indicare casi di grave infiammazione batterica. Sono frequenti.
  • Linfocitosi Linfociti alti. Molto comune quando si è affetti da virus o influenza.
  • Monocitosi Monociti alti. Il suo aumento può essere dovuto al consumo di qualche medicinale o ad un processo infiammatorio. In alcuni casi, si osserva un aumento di questo tipo di globuli bianchi nelle persone che soffrono di leucemia o tumori nel midollo osseo.
  • Eosinofilia. Quando abbiamo alti eosinofili. Questo aumento è dovuto ad allergie, infezioni parassitarie e infiammazioni.
  • Basofilia. Basofili alti da allergie o infezioni.

Per concludere, quando andare dal medico per i leucociti alti

Se soffri di uno dei sintomi di cui abbiamo discusso in precedenza, è necessario che tu vada da un medico specialista per conoscere il motivo dei leucociti alti. Un ematologo eseguirà i test necessari per trovare la causa. A seconda del tipo di leucocitosi di cui soffre, il medico indicherà il trattamento e il tipo di antibiotico o farmaco efficace.

L’importante è non far passare il tempo in modo che non si generino altri disturbi che richiedono trattamenti più complicati e si possa così condurre una vita sana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: