Lo spazio geografico e le sue componenti

Poiché il mondo è mondo, l’essere umano ha creato una forte connessione con i luoghi in cui vive o ha vissuto. Soprattutto perché quegli spazi vengono modificati dall’uomo con la sua camminata e ricerca di sviluppo, ma l’uomo viene modificato anche dalla forma e dalla bellezza dei paesaggi.

Queste interazioni tra uomo e spazio geografico che lo circonda hanno generato che si occupa di studiarlo e di definire quali sono i suoi componenti.

La geografia definisce lo spazio geografico come il nome dato a un luogo che è organizzato dalla società secondo determinati attributi. Si riferisce a un’estensione di terra in cui i gruppi umani coesistono e si relazionano con l’ambiente che lo circonda.

In conclusione, si tratta di qualsiasi luogo che sia stato abitato, modificato o trasformato in qualche modo dagli esseri umani a loro vantaggio. Indipendentemente dal fatto che queste trasformazioni obbediscano o meno al loro desiderio di soddisfare bisogni fondamentali, come alloggio, cibo, abbigliamento, calzature o tempo libero.

Indubbiamente, questi luoghi contengono tutti i risultati che sono stati ottenuti da tutte le trasformazioni antropiche nel tempo.

Uno spazio geografico è un costrutto sociale, che può essere studiato in tutte le sue manifestazioni, siano esse paesaggi naturali, urbani o industriali. Per il geografo francese Jean Tricart (1920-2003), uno spazio geografico è “l’epidermide del pianeta terra”, che può essere studiata in base alla sua posizione spaziale o al suo ambiente.

Tipi di spazi geografici

Sebbene non esista una tipologia specifica per gli spazi geografici, questi vengono solitamente distinti in base al grado di partecipazione umana alla formazione di un dato spazio.

Aree geografiche intervenute

Sono il risultato dell’attività umana di qualsiasi tipo che è stata essenziale per la creazione di uno spazio geografico, come le città.

Spazi geografici senza intervenire

Sono quelli al di fuori delle attività umane, come deserti, isole, catene montuose, come l’Himalaya, tra gli altri.

Caratteristiche

Il caratteristiche dello spazio geografico hanno due prospettive fondamentali:

  • Un locale, riferito alla posizione o alla posizione geografica. Dal punto di vista locale, copre tutto ciò che riguarda lo spazio e il paesaggio, dove lo spazio geografico si distingue come qualcosa di cumulativo. Perché contiene le tracce evolutive della propria storia, che sono rintracciabili da chi studia la geografia di questi luoghi e la loro evoluzione nel tempo.
  • Uno ecologico, riferito agli esseri viventi che lo abitano. Da una prospettiva ecologica, Copre tutto ciò che riguarda le società che hanno abitato gli spazi, dove anche lo spazio geografico si distingue come qualcosa di cumulativo. Perché le tracce di società primitive che hanno modificato l’ambiente e lo hanno reso unico sono ancora presenti nelle comunità odierne.

Componenti

Principale componenti dello spazio geografico sono come segue:

Naturale

Sono le componenti che non dipendono dall’intervento dell’uomo, poiché rispondono alla natura, come mari, laghi, montagne e valli.

Sociale

Sono quelli che sono il prodotto delle attività umane che rispondono alle dinamiche di creazione di una comunità, come le attività religiose, le nazionalità e gli Stati.

Economico

Sono quelli che provengono dalle attività produttive e di consumo che vengono svolte per soddisfare i propri bisogni, come i flussi di capitali o le classi sociali.

Politici

Sono quelli che risultano dall’organizzazione politica della società umana, che risponde ad accordi e / o patti storici, delimita le nazioni o l’organizzazione socio-politica dei territori, ecc.

Culturale

Sono quelli che derivano dal modo in cui una comunità umana preserva le sue tradizioni, la lingua, la gastronomia, tra gli altri, per generazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: