MCHC basso: cosa significa in un esame del sangue

La concentrazione emoglobina corpuscolare media (MCHC) è un’analisi che determina la proporzione di emoglobina nei globuli rossi. Quando questo livello è inferiore al 28%, viene considerato a MCHC basso.

In questo articolo spieghiamo in modo semplice le principali implicazioni che questo rappresenta.

Cosa significa avere un MCHC basso?

Questo di solito accade perché il corpo non produce abbastanza cellule del sangue o perché i globuli rossi vengono consumati o distrutti a un ritmo più veloce di quello che vengono prodotti.

Ci possono essere diversi motivi per cui hai un livello di emoglobina inferiore al normale, anche se uno dei più comuni è dovuto a una bassa presenza di ferro nel sangue, cioè potrebbe essere un sintomo di anemia dovuta alla mancanza di ferro o ipocromica.

Altri fattori possono essere l’anemia perniciosa, cioè quando si hanno bassi livelli di vitamina B12, l’anemia emolitica, che si verifica quando i globuli rossi muoiono prima del normale e non sono generati a sufficienza dal midollo osseo o l’anemia aplastica, cioè quando c’è non sono sufficienti nemmeno i globuli bianchi o le piastrine.

Anche se questa non è l’unica spiegazione. Può verificarsi nei casi in cui si è verificata un’improvvisa grave perdita di sangue o a diminuzione del flusso sanguigno negli anni. Questi eventi potrebbero anche essere una ragione per un MCHC basso.

Inoltre, infezioni del tratto urinario, malattie croniche o tumori, ad esempio, in parti del tratto gastrointestinale come il colon, possono anche essere un motivo per generare un basso MCHC. Per questi motivi, è importante considerare altri esami emocromocitometrici allo stesso modo per trovare una diagnosi più accurata.

Sintomi di MCHC basso

Va notato che i sintomi non si verificano sempre con un MCHC ridotto. Ci sono casi in cui questa condizione non viene rilevata fino a quando non viene eseguito un esame del sangue. Ciò dipende anche dal livello di carenza di emoglobina, sebbene in altri casi, principalmente più pronunciati, possano verificarsi sintomi come i seguenti:

  • Un battito cardiaco accelerato o irregolare
  • Ricorrente sensazione di esaurimento o affaticamento da attività che normalmente non producevano questo effetto.
  • Pallore
  • Difficoltà a rimanere concentrati
  • Dolore al petto
  • Mani o piedi congelati
  • Mal di testa
  • Sensazione di vertigini

Trattamento per MCHC basso

Quando l’origine è un tipo di anemia, di solito inizia apportando aggiustamenti nella dieta, in particolare rafforzando la presenza di ferro e altre vitamine essenziali, che può essere facilitata attraverso integratori alimentari. Solo in caso di anemia grave possono essere utilizzati trattamenti con eritropoietina o trasfusioni di sangue.

La diagnosi di MCHC basso è generalmente in qualche modo curabile e, con il trattamento medico, può essere invertita o, in alcuni casi, almeno controllata.

Prevenzione

All’interno del raccomandazioni per evitare un MCHC basso La dieta si distingue in particolare, perché poiché l’anemia è il principale fattore che la genera, è importante assicurarsi che nell’assunzione giornaliera siano incluse proporzioni sufficienti di ferro, vitamina B12 e acido folico. Questi elementi potrebbero non essere inclusi nelle proporzioni necessarie nella dieta delle persone con una dieta vegetariana o vegana, motivo per cui il consumo di legumi e noci dovrebbe essere aumentato per evitare scompensi.

L’esecuzione di un esame del sangue su base regolare sarà utile per rilevare questo tipo di condizioni in modo tempestivo, il che è molto importante per il loro trattamento adeguato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: