Neutrofili a bassa segmentazione

Neutrofili sono una classe di cellule prodotte nel midollo osseo e la loro funzione principale è la difesa dell’organismo dall’azione di tutti i tipi di agenti patogeni esterni come virus, batteri e funghi. Cioè, tutti quegli organismi che causano infezioni che possono minacciare l’integrità del corpo umano. In questo articolo vedremo cosa significa avere neutrofili a bassa segmentazione.

Neutrofili sono uno scudo difensivo contro gli attacchi dei microrganismi proveniente dall’estero. Pertanto, un conteggio basso può significare l’incapacità dell’organismo di difendersi adeguatamente dagli agenti esterni.

Neutropenia: neutrofili a bassa segmentazione

Neutropenia è una condizione di salute che influisce sulla diminuzione del numero totale di globuli bianchi circolando nel flusso sanguigno.

La neutropenia ha come caratteristica principale e negativa la collocazione del corpo umano una situazione di vulnerabilità all’azione di agenti esterni. Questa situazione avversa nell’immunità del corpo aumenta le possibilità di contrarre infezioni che possono essere pericolose per la vita se non vengono trattate adeguatamente e in tempo.

Le cause attribuibili ai neutrofili a bassa segmentazione possono essere molto varie. Di solito c’è una causa alla base di questa condizione, come l’assunzione di farmaci immunosoppressori come la chemioterapia usata per combattere il cancro o una malattia virale. allo stesso modo potrebbe essere dovuto all’incapacità del midollo osseo di produrre neutrofili.

Generalmente, I neutrofili a bassa segmentazione sono più comunemente causati da un’infezione grave o da un’infiammazione di grandi dimensioni. In entrambi i casi c’è una forte richiesta di neutrofili nei tessuti colpiti, che supera la capacità giornaliera del midollo osseo di produrli. Un’altra causa di neutrofili a bassa segmentazione nel sangue possono essere aplasia, ipoplasia o mielotisi, malattie acute del midollo stesso che ne impediscono il corretto funzionamento.

La causa potrebbe essere una bassa produzione di neutrofili o una bassa circolazione sanguigna un’infezione virale fuori controllo come nel caso di pazienti affetti da HIV che non assumono il trattamento antiretrovirale. Oppure nel caso della tubercolosi e del virus di Epstein Barr (EBV), del linfoma, della leucemia e in generale di diverse malattie autoimmuni come il lupus. Le carenze vitaminiche possono anche causare una significativa riduzione dei neutrofili, ad esempio, in caso di carenza di vitamina B12 si verifica l’anemia megaloblastica, che impedisce il corretto funzionamento del midollo osseo e diminuisce la sua capacità di produrre questo tipo di globuli bianchi.

È necessario comprendere sia la quantità che la qualità dei neutrofili generati dal midollo osseo per ottenere il corretto funzionamento del nostro sistema immunitario. Il problema di avere neutrofili a bassa segmentazione in un esame del sangue è quello più sono bassi, maggiori sono le probabilità di contrarre infezioni causato da virus e batteri. Sebbene la neutropenia sia una condizione importante, il trattamento mira ad attaccare la causa sottostante e quindi a correggere il problema sottostante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: