Qual è la dichiarazione del problema e come viene eseguita?

Se hai deciso di condurre un’indagine, dovresti avviarla con l’enunciazione del problema. Ma cos’è e come si fa? Il modo in cui costruisci questo passaggio dell’indagine sarà decisivo per portarlo a una conclusione positiva.

La dichiarazione del problema è una descrizione specifica di una condizione o situazione in cui si desidera intervenire per migliorarla o comprenderla. È il primo passo di tutta l’indagine scientifica; È il primo capitolo di qualsiasi progetto, lavoro di ricerca o tesi.

Aspetti da considerare quando si pone il problema

Dopo aver intrapreso questo primo passaggio del compito investigativo, dovresti considerare i seguenti aspetti nella tua scrittura:

  1. Lo stato corrente o contestualizzazione del problema. La descrizione va elaborata partendo dal generale al particolare. Elementi da tenere in considerazione nella contestualizzazione:
    • Posizione spaziale: dove accade, stato, paese, città o qualche organizzazione. Ma potrebbe anche essere, ad esempio, un campo di studio, una scienza, un movimento culturale, economico o ideologico.
    • Come succede: vale a dire il modo in cui viene presentato il problema e ciò che è stato precedentemente studiato al riguardo.
    • Posizione nel tempo: È recente o esiste da molto tempo?
    • Caratteristiche.
  2. L’importanza del problema: perché e perché studiarlo.
  3. Cosa affronterai precisamente: specifica cosa vuoi sapere.
  4. Una possibile risposta o soluzione questo potrebbe spiegare perché accade o cosa causa il problema.
  5. Lo stato che vuoi raggiungere, cioè cosa farai per scoprire quello che vuoi sapere. È necessario presentare gli obiettivi dell’indagine: uno generale e due o più specifici. L’obiettivo generale è lo scopo dell’indagine. Sono scritti con il verbo all’infinito. Ad esempio: esplorare, determinare, identificare … sono i verbi utilizzati per scrivere obiettivi di ricerca.
  6. Devi sottolineare perché è necessario il suo studio, cioè perché è giustificato. Devi anche indicare in quale modalità si trova e, a seconda della modalità, puoi offrire ipotesi o domande a riguardo. Ogni domanda deve generare un obiettivo.

Approcci a problemi pratici o studi accademici

Quali differenze dovresti tenere in considerazione per la tua presentazione?

Si individuano tre differenze fondamentali nel modo di presentare l’approccio ai problemi pratici o accademici:

  1. Che si tratti di un problema del mondo reale o di un ambito scientifico teorico, l’affermazione del problema può mostrare differenze nella presentazione. Tuttavia, entrambi seguono una sequenza simile a quella sopra menzionata.
  2. Un approccio al problema nei propri progetti di organizzazioni, istituzioni e aziende, ad esempio, viene utilizzato per trovare la causa del problema e proporre soluzioni. In questo tipo di approccio, devi presentare i tuoi argomenti in modo breve e preciso.
  3. Nel caso della ricerca accademica, l’enunciazione del problema costituisce la base per formalizzare la proposta di ricerca. Per la sua presentazione avrai bisogno di uno sviluppo maggiore rispetto al precedente, per aiutare a capirne l’importanza.

Saprai di essere in presenza di un problema di indagine, quando non riesci a trovare una risposta, tra le indagini precedenti, che spieghi il fatto specifico o che dia una soluzione alla situazione di cui hai bisogno.

Come poni il problema?

Di seguito troverai i tre passaggi che devi seguire per scriverlo:

Passaggio 1. Devi rispondere: cosa, come, dove, quando, chi o chi influisce?

Che si tratti di ricerca pratica o teorica, la prima cosa da scrivere è la contestualizzazione. Si consiglia di iniziare affermando la situazione ideale delle cose (come dovrebbe funzionare) prima di menzionare il problema. In questo modo sarà meglio compreso.

I seguenti esempi corrispondono a indagini teoriche:

Negli ultimi decenni, la medicina ha migliorato la cura dei pazienti, utilizzando la scienza e la tecnologia per determinare una diagnosi precisa, accurata e rapida per migliorare la qualità della vita degli esseri umani …

  • Dove: nel campo della medicina.
  • Che cosa: cura del paziente.
  • Chi è interessato: agli esseri umani.

“Studi approfonditi su alcune malattie hanno permesso di stabilire misure per prevenirle … le moderne risorse tecnologiche per la diagnosi sono molte di più di quelle che il medico aveva 50 anni fa”.

  • Come: con misure di prevenzione e moderne risorse tecnologiche.
  • Quando: ora meglio di 50 anni fa.

Devi concentrarti su un singolo problema. Per formulare il problema, è necessario formulare una domanda che copre il problema. Si tratta di passare dal generale al particolare.

Tieni presente che l’approccio e la questione principale dell’indagine non sono la stessa cosa, sebbene siano collegati.

Un esempio di una parte dell’approccio potrebbe essere: Gli insegnanti dell’istituto Santa Rosa non mostrano abilità per riconoscere i giovani con ADHD (Attention Deficit Hyperactivity Disorder). E la domanda principale in questo caso potrebbe essere: quali informazioni dovrebbero avere gli insegnanti dell’Istituto Santa Rosa in modo che possano identificare e canalizzare i casi di ADHD?

Alcuni autori usano i termini “affermazione” e “formulazione del problema” in modo intercambiabile. Tuttavia, la formulazione è la presentazione in termini concreti e precisi del problema. Implica l’enunciazione del problema sotto forma di domanda, la presentazione di obiettivi, sotto-domande suddivise il problema e la sua giustificazione.

Dovresti anche includere studi precedenti o precedenti, ovvero spiegare ciò che è noto finora in termini accademici.

Passaggio 2. Spiega perché è importante

Devi affrontare la rilevanza dello studio del problema. Dopo aver descritto lo stato ideale, continua spiegando perché il problema impedisce il verificarsi di quello stato ideale e cosa accadrebbe se non fosse risolto.

Ad esempio: “Ci sono stati progressi incredibili nella tecnologia medica per il trattamento delle malattie …” “… Tuttavia, alcuni cambiamenti possono essere influenzati dai cambiamenti nello stile di vita di oggi …”

Dovresti anche esprimere se ci sono problemi simili in altri contesti, per dimostrare l’importanza di offrire risposte e soluzioni.

Passaggio 3. Menzione di scopi e obiettivi

Ci sono studi che cercano di risolvere problemi e altri che cercano di testare una teoria o dare contributi empirici a suo favore. In questa parte dovrai spiegare come affronterai il problema, come intendi capirlo o intervenire per risolverlo, a seconda dei casi.

Le domande di ricerca che formuli dovrebbero dare origine alla dichiarazione degli obiettivi che diventano la guida che guiderà la tua ricerca.

L’obiettivo generale è la proposta di studio. Gli obiettivi specifici costituiscono i processi che svolgerete per raggiungere l’obiettivo generale. Gli obiettivi cercano di rispondere alla dichiarazione del problema. Ecco perché vengono inseriti dopo la revisione teorica.

Impari facendo, dice la massima. Seguendo questi semplici passaggi potrai scrivere il problema di studio di tuo interesse. Condividi se ti è stato utile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: