Qual è l’effetto serra?

Il effetto serra È un processo naturale tipico del pianeta, che rende possibile la vita, perché lo rende abitabile. Il suo nome deriva dal modo in cui funziona, poiché si comporta come una serra.

Questo effetto è una caratteristica naturale dell’atmosfera terrestre, che consente un equilibrio necessario per l’esistenza degli esseri viventi.

Effetto serra

È il processo che si verifica quando l’energia del sole colpisce la superficie terrestre, riscaldando il suolo e l’acqua che ricopre il pianeta. Il processo inizia quando i raggi solari, dopo aver attraversato l’atmosfera, riscaldano la geosfera e l’idrosfera, cioè riscaldano le parti solide e liquide della terra.

Quando il suolo e l’acqua si riscaldano, emettono calore, che sale nell’atmosfera, dove i gas presenti trattengono parte del calore, mentre il resto passa attraverso l’atmosfera e nello spazio. In questo modo si mantengono temperature adeguate, così come altre condizioni essenziali perché ci sia vita sul pianeta.

In altre parole, produce un file ritenzione del calore solare, un processo necessario per la sopravvivenza di tutti gli esseri viventi.

Cause dell’effetto serra

Se c’è una ritenzione esagerata del calore solare, ciò diventa negativo ed è dovuto principalmente ad un aumento dell’attività umana inquinante. Poiché questo eccesso di attività provoca la produzione di più gas, che vengono trattenuti nell’atmosfera, aumentando la temperatura del pianeta.

Pertanto, maggiore è l’emissione di gas, maggiore è la probabilità di un aumento della ritenzione del calore solare nell’atmosfera.

Cause naturali

Una delle cause naturali che genera un aumento dei gas che entrano nell’atmosfera sono i vulcani, poiché emettono grandi quantità di gas vulcanici. Questi contengono gas solforosi e solfidrici, metano, monossido di carbonio e biossido, tra gli altri componenti. Pertanto, l’attività vulcanica è considerata una delle cause naturali dell’effetto serra. Quello accanto al file evaporazione dell’acqua dagli oceaniPer l’azione dei raggi del sole, contribuisce all’agglomerazione dei gas nell’atmosfera.

Cause create dall’uomo

Tra le cause originate dall’uomo abbiamo l’uso di combustibili fossili, industrializzazione, processi di coltivazione e crescita della popolazione. L’utilizzo del petrolio e dei suoi derivati ​​ha generato un ispessimento dei gas atmosferici, dovuto alle emissioni di anidride carbonica e altri inquinanti.

Le fabbriche hanno impregnato l’aria di molteplici inquinanti che vengono rilasciati e vanno nell’atmosfera, durante i loro processi di produzione. Nuovi processi di coltivazione della terra per aumentare la produzione alimentare hanno generato l’uso di pesticidi e apparecchiature elettriche che utilizzano anche combustibili fossili.

Sebbene la crescita della popolazione sia un fattore indiretto, non può essere ignorato, perché ha richiesto molte risorse, compresa l’atmosfera. Ed è questo, l’attività umana ha disturbato l’equilibrio naturale del pianeta, aumentandone l’effetto e causando un gran numero di conseguenze negative.

Conseguenze dell’effetto serra

Le conseguenze dell’effetto serra hanno avuto un enorme impatto su tutte le creature e gli organismi che abitano il pianeta. Uno degli esempi più palpabili è il danno che ha causato al strato di ozono, il cui deterioramento ha avuto gravi conseguenze.

Come i buchi nello strato di ozono, quelli che hanno ridotto la sua capacità protettiva, sia sulla superficie terrestre che sugli esseri viventi. L’effetto serra ha avuto le seguenti conseguenze:

Aumento della temperatura

Un effetto diretto è stato l’aumento della temperatura terrestre e con esso la comparsa del cambiamento climatico, che sta interessando tutti gli esseri viventi in modo preoccupante. Si stima che la temperatura della Terra aumenti di 0,2 gradi ogni dieci anni, il che è estremamente dannoso per il pianeta.

Estinzioni

Una delle conseguenze più gravi è l’estinzione di specie animali e vegetali, a causa del grande squilibrio che provoca in tutto l’habitat del mondo. Le estinzioni di animali e piante sono dovute al fatto che alcune specie non possono resistere alle nuove temperature, né alle altre ripercussioni che si sono generate.

D’altra parte, le specie che ancora sopravvivono devono adattarsi al nuovo ecosistema creato dai cambiamenti climatici.

Innalzamento del livello del mare

Un’altra conseguenza che impatta in tutto il mondo è l’innalzamento del livello del mare causato dal disgelo che si origina per l’aumento delle temperature. Si stima che il livello del mare aumenterà di oltre 3,2 millimetri nei prossimi 80 anni, tenendo conto che nel XX secolo è aumentato di circa 20 cm.

Ritiro del ghiacciaio

Poiché le estati sono ora più calde a causa dei cambiamenti di temperatura, tutti i ghiacciai stanno perdendo le loro dimensioni in modo significativo. Questa perdita di spessore del ghiacciaio provoca un aumento significativo del livello del mare dopo ogni estate.

Per contro i periodi di nevicate diminuiscono sempre di più, ritardandone la comparsa, mentre le primavere arrivano presto. Questo genera la riduzione dei ghiacciai e con essa si verificano alluvioni nelle zone vicino al mare e su molte isole.

Eventi climatici

I costanti sbalzi di temperatura provocano un aumento dei fenomeni climatici, come tornado o tifoni, in molti luoghi del pianeta.

Tutta questa mancanza di controllo atmosferica causata dall’aumento dei gas e del calore ha gravi ripercussioni che si riflettono sul clima.

Fumo e nebbia

I gas acidi coinvolti nell’effetto serra generano un processo noto come smog, il cui nome è un anglicismo prodotto dalle parole fumo o fumo e nebbia o nebbia.

Il fumo può provenire da una varietà di fonti, portando allo smog industriale e allo smog fotochimico.

Lo smog industriale è causato dalla combustione del carbone, dove sono comunemente presenti alti contenuti di zolfo. A causa della fuliggine prodotta dalla combustione del carbone, è anche noto come smog grigio.

Lo smog fotochimico è l’aria inquinata da ossidi di azoto e composti organici derivanti dalla combustione delle automobili, che reagiscono con la luce solare per generare ozono e nitrato di perossiacile. Entrambi causano gravi problemi respiratori negli esseri umani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: