Quali sono i vantaggi del latte ruspante?

Proprio come suggerisce il nome, il latte allevato all’aperto proviene da un tipo di bestiame in cui le mucche vagano liberamente per i campi con i loro vitelli, consumando esclusivamente l’erba naturale presente sul terreno e foraggi coltivati ​​biologicamente, pascolando almeno sei ore ogni giorno.

Ciò si traduce in un cibo di qualità superiore e migliore sapore. Il latte di pascolo contiene una maggiore quantità di vitamine e minerali, arrivando ad essere considerato un alimento molto più nutriente di quello delle mucche allevate nei recinti, che di solito si nutrono di cereali.

Quali sono i vantaggi del latte ruspante?

Latte al pascolo È prodotto da vacche che vivono in totale libertà per almeno sei ore al giorno e godono di una dieta naturale a base di erba fresca, oltre che di foraggi complementari che vengono raccolti dagli stessi allevatori locali. Ciò le ha consentito di ottenere come endorsement il Sigillo di qualità SGS.

Da questo latte elabora vari prodotti da pascolo, evidenziando:

  • Latti: Intero, parzialmente scremato e scremato.
  • Yogurt. Naturale, aromatizzato con diversi frutti e zuccherino.
  • Formaggi In palla, tacos, barretta e tranci, in tre versioni: classica, leggera e senza lattosio.

Il latte di pascolo offre una serie di importanti vantaggi, sia per la salute umana che per l’ambiente. Ve ne diciamo di più nelle righe seguenti.

Migliore qualità della vita per le mucche

Il consumo di erbe naturali, fresche e prive di sostanze chimiche è essenziale per la salute degli animali. Con il pascolo le mucche saranno più sano e più duraturo, in grado di produrre latte di qualità superiore e con proprietà nutritive superiori alla media, quindi sarà meglio utilizzato al momento del consumo.

Proprietà nutrizionali

È un alimento completo, con la capacità di fornire il 15% della quantità di calcio necessaria che un essere umano dovrebbe consumare quotidianamente in una porzione di soli 10 ml. Inoltre una porzione da 125g ha un valore energetico di 63 Kcal. Generalmente, la concentrazione di minerali e sostanze nutritive è maggiore nel latte di pascolo.

Sostenibilità

I vantaggi non si limitano al bestiame e al consumatore finale, ma includono anche l’ambiente. Il processo produttivo ha la capacità di ridurre l’impronta di CO2, oltre a generare un maggiore sviluppo nei settori rurali, utilizzando meglio le risorse locali. In questo modo si riduce la necessità di trasportare i prodotti su lunghe distanze.

Migliori condizioni igieniche

In generale, le piccole aziende agricole tendono ad avere migliori condizioni igienico-sanitarie rispetto a quelli dedicati all’allevamento intensivo. Questo perché gli animali non rimangono all’interno degli allevamenti e in condizioni di affollamento, rendendo molto più difficile la contaminazione del latte e dei suoi derivati ​​da batteri che possono nuocere alla salute umana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: