Quali sono le funzioni trigonometriche?

Le funzioni trigonometriche sono quelle applicate agli angoli. Che includono sempre termini che descrivono la misura di triangoli come coseno, seno, tangente, cosecante, secante e cotangente. Queste misure, nella funzione trigonometrica, sono solitamente espresse in radianti. Sono circa l’equivalente dei gradi che dipendono dal raggio della circonferenza.

Funzioni trigonometriche e loro storia

Funzioni trigonometriche sono definiti come il quoziente tra le due estremità di un triangolo rettangolo. Il che significa che sono operazioni i cui valori estendono il concetto di senso trigonometrico. Altre definizioni più recenti lo determinano come la soluzione a certe equazioni differenziali, consentendo estensioni con valori negativi o positivi.

Gli studi sulla trigonometria risalgono all’epoca babilonese. Quindi, la maggior parte di queste basi furono ideate da antichi matematici greci, musulmani e indiani. La prima utilità della funzione seno (peccato) si riflette negli indiani Sulba Sutra. Allo stesso modo, questa operazione fu studiata anche da Ipparco di Nicea nel 125 a.C.

La nozione lo determina deve esserci una corrispondenza standardizzata tra le lunghezze dei lati che compongono un triangolo. Pertanto, affinché siano simili, devono avere la stessa proporzione in tutti i loro estremi. Nel caso dell’ipotenusa è doppiamente lunga e lo saranno anche le gambe che la compongono.

Caratteristiche delle funzioni trigonometriche

Quando vengono visualizzati i grafici delle funzioni trigonometriche e queste forme sono ripetitive, sono note come periodiche. La suddetta periodicità si riflette solitamente nel momento in cui viene eseguito un elettrocardiogramma. Tra le principali caratteristiche di queste operazioni di trigonometria si possono evidenziare:

  • Le funzioni tangente, seno e coseno sono considerate di natura periodica. Pertanto, il periodo delle funzioni tangenti è “p” e il coseno e il seno sono “2p”.
  • Le funzioni coseno e seno sono definite allo stesso modo per l’intero insieme di numeri reali. Ciò significa che in entrambi i casi sono funzioni continue.
  • Il coseno e il seno sono limitati o limitati. Questo perché i valori sono definiti in un intervallo di [-1,1].
  • La funzione tangente non è limitata, poiché la relazione tra seno e tangente sono simmetriche. Il che significa che rispetto all’origine verrebbe utilizzata la formula (-x) = -sin x; tg (-x) = – tg x. Nel caso della funzione coseno, è simmetrica rispetto all’asse Y.

Tipi e strategie circolari inverse

Nelle funzioni trigonometriche ci sono diverse applicazioni, e per ognuna di esse sono definite anche varie strategie circolari inverse. Successivamente, vengono specificate le sue varianti e caratteristiche:

Seno

È indicato come: F (x) 5 sin x, a tutta ragione dell’applicazione trigonometrica del seno. Così come la variante indipendente x che di solito è espressa in radianti. In caso di la funzione seno è continua, periodica e limitata, il cui dominio è costituito dall’insieme dei numeri reali. Quando si tratta della cosecante, viene calcolata con l’inversa della funzione seno pronunciata in radianti.

Coseno

In questa funzione è indicato: f (x) = cos x, tutto questo risulta quando si applica il calcolo trigonometrico del coseno. La variabile indipendente citata chiamata x è espressa in radianti, oltre ad essere continua, periodica e limitata. Nell’assunzione della funzione secante questa è determinata come l’inverso del coseno per un dato angolo.

Tangente

È la variabile numerica che risulta dall’applicazione della ragione nella trigonometria. Per esprimere la funzione tangente usiamo: f (x) = tgx, dove x è una variabile indipendente espressa in radianti. L’inversa della tangente è la funzione cotangente e viene utilizzata per qualsiasi tipo di angolo.

Utilità della trigonometria

Nelle funzioni trigonometriche vengono studiati vari rapporti come seno, coseno, secante, cotangente, cosecante e tangente. In questa operazione, vari rami della matematica intervengono direttamente e indirettamente. Che vengono applicati a varie aree che richiedono sempre misurazioni di precisione. Allo stesso modo, la trigonometria si applica anche ad altri rami della geometria. Per esempio, lo studio delle sfere sparse nella geometria dello spazio.

D’altra parte, hanno anche varie applicazioni in tecniche di triangolazione. Ciò si verifica nel momento in cui vengono utilizzati in astronomia per determinare la distanza delle stelle. Così come quando si misurano le distanze tra punti geografici e quando si utilizzano sistemi di navigazione satellitare.

Un contributo o un’applicazione delle funzioni trigonometriche è il contributo che fornisce allo sviluppo scientifico. Come nel caso dell’elaborazione da parte dei matematici di metodi numerici per la realizzazione di equazioni differenziali. Inoltre, serve per la risoluzione degli integrali che vengono utilizzati per lavorare con i sistemi convenzionali.

La trigonometria fornisce anche grandi contributi all’area scientifica come la biogenetica o la biologia. Che, usalo per valutare le funzioni dipendenti dei parametri trigonometrici.

Storia matematica: funzioni trigonometriche a grandi linee

Nel corso degli anni, la ricerca nel campo della matematica è stata utile. Sono ideali per trovare risultati e risposte, al fine di determinare la ragione dei fenomeni. Inoltre, è essenziale comprendere i fatti che segnano la storia dell’umanità.

Il punto più importante da sottolineare in matematica sono le funzioni trigonometriche. Quale, sono considerati come valori senza unità che dipendono sempre dall’ampiezza dell’angolo. Quando un angolo si trova su un piano di coordinate rettangolari, si trova nella posizione normale. Allo stesso modo, quando il vertice coincide con il lato iniziale e l’origine, si combina anche con l’area positiva dell’asse x.

Tutte queste funzioni sono stati creati dalla trigonometria sferica e piana. Per in seguito, perfezionare e ottenere ciò che oggi è noto come funzioni trigonometriche. Sono considerati fondamentali nello sviluppo delle operazioni di calcolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: