Quelle divinità che fanno parte della mitologia romana

Grandi eroi e divinità sono pilastri delle leggende di ciascuna delle culture di tutto il mondo, dalle più antiche come quella cinese, azteca e romana. Quest’ultimo è uno dei più riconosciuti nel mondo occidentale.

Dei che dominano l’acqua, il tuono, il sole, l’amore e persino la morte con una forza e una bellezza mai sperimentate da nessun essere umano. Grandi esseri che sono stati personificati in diverse opere letterarie, film e persino cartoni animati. La verità è che tra queste divinità ci sono dee affascinanti che riempivano di bellezza quei miti che da secoli accompagna l’umanità.

Inizio della mitologia romana

Sin dal suo inizio, Roma è stata caratterizzata come un paese pieno di miti e leggende legate alla cosmologia. È per questo motivo che gli altari dedicati a ciascuna di queste divinità, ha fatto parte dello sviluppo di quella società.

Ma non solo i grandi uomini forti hanno fatto parte della storia, delicate bellezze simili a fiori o malevole e vendicative sono diventate note come parte di questi miti. Nel blog sulla mitologia, puoi trovare numerose storie sulle loro vite e sofferenze mentre molti le adoravano.

Secondo alcuni specialisti, nella cultura romana le leggende o miti erano così suddivisi:

  • Queste leggende sono emerse dalle storie di alcuni coloni che stavano imparando ed ereditando i rituali per queste divinità.
  • Già nella seconda parte i miti si mescolavano alle leggende greche formando storie ancora più affascinanti.

Molti dei e dee fanno parte delle leggende greco-romane, con nomi che sono stati tradotti in spagnolo a seguire far conoscere al mondo la sua esistenza con storie che incantano chiunque.

Principali dee romane

Quando arriva il momento di immaginare o scoprire ciascuna delle leggende che circondano la mitologia romana, la maggior parte delle storie parla di uomini forti e coraggiosi che hanno combattuto per mantenere il mondo in equilibrio. Ma c’è una piccola parte di quelle storie che si riferiscono a coloro che erano incaricato di difendere lo status femminile durante le lotte di potere.

Con storie affascinanti come quelle maschili, queste bellissime dee, sono state recensite in diversi libri, che può essere trovato su qualsiasi portale di libri specializzato in miti e leggende.

Tra le divinità più rappresentative delle leggende romane ci sono:

Venere

Moglie di Virgilio, era una delle più venerate, poiché legata alla cura dei frutteti, all’amore, alla bellezza e alla sessualità, le ultime tre condizioni sono state attribuite alla fine del II secolo a.C.

Al tempo di Giulio Cesare, Fu la sua più grande ascesa come dea, considerata dal Grande Imperatore Romano come il suo protettore.

Per molti, il mito va oltre il semplice essere una divinità della bellezza, poiché l’hanno raccontata come la madre di Cupido, un figlio concepito insieme a Marte.

Diana

Sebbene sia poco conosciuto, è uno dei forti, essendo riconosciuto dall’arco, questa dea è la figlia di Giove e Latone, sorella del dio Apollo ed è la protettore della caccia, delle foreste e degli animali.

Alcuni miti si riferiscono a sua madre che moriva durante il parto, quando Diana lo scoprì, chiese ai suoi dei di non lasciarla rimanere incinta.

Con un carattere dispettoso e severo, era una donna vendicativa, coloro che la ferivano erano sicuramente i principali destinatari del suo odio.

Minerva

Sorella di Diana, secondo la leggenda, il dio Giove divorò Metis, che causò forti mal di testa, quando il dio Vulcano le aprì la testa con un’ascia, nacque Minerva.

Consacrato con il doni di saggezza, guerra, arte e commercio, questa dea è rappresentata da un gufo.

Juno

Figlia degli dei Saturno e dell’Ops, Giunone è considerata la Regina degli dei romani, controlla la maternità e il matrimonio. È rappresentato da un pavone.

È una delle dee più studiate dagli specialisti in mitologia, lei insieme a Minerva che era sua moglie e figlia, formò la più importante triade delle leggende romane.

Vesta

È considerata una delle dee più rilevanti per i romani, era personificata dal fuoco e dall’asino. È per questo motivo che non ci sono molte rappresentazioni fisiche di esso.

Anche figlia di Saturno e Ops, Vesta è la responsabile della tutela della casa e del nucleo familiare.

Secondo la leggenda, i romani le devono la loro esistenza, poiché fu lei ad intervenire davanti al re Numitore perché non uccidesse sua figlia Rea Silvia, incinta di Romolo e Remo, i fondatori di Roma.

Ops

Dea della fertilità della terra e della ricchezza, è rappresentata dalla luna. Madre di Vesta e Giunone, moglie di Saturno, è l’immagine della donna che tiene in mano la spiga di grano.

È la personificazione del lavoro di arare la terra. È venerato soprattutto nei periodi di bonanza, di buoni raccolti e quando c’è molto cibo. È sempre legato all’abbondanza e alla ricchezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: