Salute fisica e mentale da casa

In un’epoca in cui il fitness e le palestre vanno di moda, allenarsi e stare in salute da casa è una vera rivoluzione.

Sempre più l’industria del fitness si sta espandendo sempre più presente in tutti gli ambiti della vita. Quasi tutte le riviste organizzano una sezione in cui vengono discussi questi problemi, ma sempre basata su esercizi in cui sono necessarie macchine da palestra pesanti.

Anche il cibo è attualmente al centro dell’attenzione in quanto le intolleranze alimentari proliferano sempre di più, generando tossicità negli organismi e molte volte senza saperlo.

L’alternativa di esercizio da casa e rimanere in buona salute è il fondamento di alcuni tipici esercizi funzionali di peso corporeo. Questi esercizi, sebbene siano molto salutari e ti permettano di avere la palestra a casa, potrebbero non essere così salutari per le donne che hanno i muscoli del pavimento pelvico un po ‘rilassati e indeboliti, in quanto potrebbero causare incontinenza e spostamento urinario.

Esercizi di Kegel, cosa sono?

Gli esercizi di Kegel per il pavimento pelvico consistono per la maggior parte nella contrazione del muscoli che chiudono gli sfinteri (ano e uretra) la cui funzione principale è quella di sostenere gli organi che si trovano nella pelvi (vescica, vagina, utero e retto) essendo molto funzionali e necessari per la donna e per la sua salute ginecologica e riproduttiva in generale.

Già negli anni Quaranta, il Dr. Arnold Kegel ha fatto uno studio su come attraverso semplici esercizi di contrazione volontaria dei muscoli del pavimento pelvico, la salute dei suoi pazienti ei sintomi dell’incontinenza urinaria nei suoi pazienti migliorassero notevolmente.

L’intolleranza alimentare può danneggiare il secondo cervello

Il cibo è la fonte da cui i corpi vengono nutriti per svolgere le loro funzioni di base. Queste funzioni fondamentali non sono tanto quelle legate allo sport o ai grandi costi energetici ma anche l’usura che si subisce con il cosiddetto “esercizio basale” ovvero quel dispendio energetico che avviene svolgendo attività quotidiane tipiche dell’esistenza umana come studiare, pensare, cucinare o persino dormire.

L’intolleranza alimentare è spesso del tutto “fantasma”. Molte persone vivono con il infiammazione dell’apparato digerente provocando un lieve disagio a cui non prestano attenzione o non danno sufficiente importanza.

Molte persone confessano di sentirsi pesante allo stomaco dopo aver consumato latticini o consumato prodotti con glutine (presente nella maggior parte dei cereali, in particolare il grano).

La digestione non dovrebbe essere pesante, né dovrebbe essere così diffusa la presenza di ulcere peptiche o disturbi digestivi. Il corpo umano si è evoluto per essere in grado di nutrirsi di tutti i macronutrienti disponibili in natura, ma l’industrializzazione significa che questi sono sempre più di qualità inferiore.

Prendersi cura di sé da casa mangiando cibi di stagione (generano un minor impatto energetico) e prendersi cura dei segnali emessi dal corpo darà alla popolazione una consapevolezza corporea in più che sarà senza dubbio molto benefica per la salute globale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: