Tutto quello che devi sapere se subisci un infortunio al collo

La colonna vertebrale è, senza dubbio, la parte più importante del nostro corpo e come tale è fondamentale averne una cura particolare. Ed è che le vertebre consentono la mobilità e la flessibilità del busto e supportano tutto il suo peso, oltre a proteggere il midollo spinale da possibili fratture. Tuttavia, a volte è comune subire traumi alla colonna vertebrale che possono portare a una lesione cervicale e dolore costante nella zona in questione, limitando così la capacità di movimento. Inoltre, queste lesioni coprono diversi livelli di gravità e in alcuni casi più estremi possono raggiungere la paralisi totale.

Normalmente, l’aspetto delle lesioni cervicali è determinato da un qualche tipo di incidente stradale o sportivo, dal colpo dopo una brutta caduta o dall’adozione di una cattiva postura per un lungo periodo di tempo. Tuttavia, le cause possono variare. Una costante tensione muscolare, problemi di salute come ansia, depressione, stress o malattie più gravi come la fibromialgia, l’osteoporosi e l’artrite possono anche essere gli autori di una lesione cervicale alla colonna vertebrale. Il dolore derivante dalla lesione tende a concentrarsi nella parte posteriore del collo e in alcuni casi può provocare una sensazione di formicolio alle braccia e alle mani e anche vertigini e nausea.

Nonostante il fatto che le diverse lesioni tendano a manifestarsi per le cause suddette, se una serie di misure viene eseguita di routine, è possibile prevenirne la comparsa o, quindi, che il disagio si manifesti sempre meno frequentemente. Ad esempio, quando si pratica sport è di vitale importanza riscaldare e allungare i muscoli in anticipo in modo che non si rompano durante lo sport. D’altra parte, quando è necessario prendere peso, gli esperti raccomandano di usare la forza piegando le ginocchia e distribuendo il peso su entrambe le braccia. Naturalmente, la posizione che manteniamo quotidianamente sarà di grande rilevanza. Idealmente, tieni la schiena dritta, eretta e sostenuta dalla parte posteriore del sedile.

Trattamenti per lesioni cervicali

Le lesioni cervicali sono varie e possono essere distorsioni (colpo di frusta), ernia del disco, lussazione vertebrale, ipolordosi e persino torcicollo e contratture muscolari. Questi ultimi sono probabilmente i sintomi più frequenti sofferti dai cittadini. Vivere con una lesione cervicale di questo tipo può influire in modo significativo sulla vita quotidiana delle persone che ne soffrono, soprattutto perché la maggior parte di questi problemi cervicali hanno origine in una cattiva postura o movimenti improvvisi, che sono facilmente curabili con antidolorifici. Tuttavia, non tutti scompaiono con questi metodi e devono essere provati altri trattamenti.

La prima cosa da fare è eseguire un esame clinico mediante TC o Risonanza Magnetica per diagnosticare il problema in questione. Alcune delle lesioni cervicali richiedono, per il loro miglioramento, un intervento chirurgico, come accade con l’ernia del disco e la lussazione. In caso di ernia del disco, può essere trattata con una tecnica non invasiva che consiste nel praticare una piccola incisione e dilatare progressivamente i muscoli. Tuttavia, in casi non estremi come i due precedenti, i pazienti optano per la terapia fisica per far sparire il dolore e riprendere il movimento naturale, migliorando e rafforzando la postura del corpo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: