Un’esperienza vitale: il Camino de Santiago

Sono molte le persone che anno dopo anno intraprendono la marcia per compiere il famoso Camino de Santiago da diverse parti del mondo per culminare nella Cattedrale dell’Apostolo. Si fa tutto l’anno, i più coraggiosi sono quelli che lo intraprendono durante i mesi estivi poiché è l’unica volta che fanno le vacanze, anche se senza dubbio prendere la strada in autunno è l’opzione migliore, poiché il tempo è molto più mite e ci permetterà di rendere il percorso molto più sopportabile in generale. In ogni caso, è un’esperienza che dobbiamo vivere qualche volta nella vita per sapere di cosa si tratta.

È un’esperienza che tutti dovrebbero fare una volta nella vita

Questo è assicurato da tutte le persone che hanno fatto il Cammino di Santiago: è qualcosa che tutti dovrebbero rendersene conto una volta nella vita. Non è solo il fatto di visitare un’enclave unica e bella come la tomba dell’apostolo Santiago, ma anche la città stessa; ma anche il fatto di vivere a esperienza unica In se stessa. È il modo migliore per ritrovare se stessi, è una delle migliori esperienze che possiamo fare nella nostra vita, è il tempo da soli, è il momento di incontrare persone da tutto il mondo. È godersi il silenzio, il percorso stesso, condividi quello che hai con gli altri, per fare esercizio più che mai, per vedere i tuoi punti di forza e di debolezza e condividerli con gli altri. E scopriremo che sul Cammino non ci sono status, classi sociali, convinzioni sociali, politiche o religiose, ci sono solo persone e tutti faranno del loro meglio per aiutarsi a vicendaQuesta è la vera essenza del Camino de Santiago. Alla fine, la vita si riassume in questo, nelle esperienze e nelle persone.

Il Cammino è un viaggio organizzato?

Sempre più agenzie di viaggio offrono la possibilità di organizzare il nostro Cammino di Santiago, ma la verità è che sembra che in questo modo si perda l’essenza di fare questo percorso. Sì, ma abbiamo delle alternative con cui fare il Cammino di Santiago organizzato con Pilgrim, in modo tale da poter vivi l’esperienza al suo apice, ma che alla fine di ogni tappa abbiamo la certezza che avremo un posto dove riposare il nostro corpo dolorante. È poter fare il Cammino con molto di più tranquillità e sicurezza a tutti i livelli, perché potremo anche scegliere la nostra esatta data di partenza e di arrivo, in modo da non doverci adattare ai giorni prestabiliti, ma piuttosto farlo quando davvero possiamo e abbiamo giorni di ferie per esempio.

È il più semplice possibile richiedi tutte le informazioni di cui abbiamo bisogno direttamente o tramite il tuo sito web. In questo potremo anche organizzare il nostro Cammino, indicando quale itinerario vogliamo seguire (ce ne sono tanti: Ruta de la Plata, il francese, l’inglese …) e se lo vogliamo fare camminare o andare in bicicletta, così come il numero di pellegrini che saremo. Una volta deciso, si tratterà di impostare la nostra data di partenza, così come la data di arrivo e le rotte, ovvero i chilometri giornalieri che andremo a fare. Allo stesso modo, sceglieremo il tipo di alloggio che vogliamo alla fine di ogni tappa: hotel, ostello, ostello, casa rurale … così come se preferiamo pensione completa, mezza pensione o solo alloggio. Contare su servizi aggiuntivi di trasporto bagagli a destinazione, incluso il deposito dello zaino nella fase finale e altri dettagli che renderanno il nostro viaggio molto più piacevole e divertente in modo che possiamo concentrati su ciò che conta davvero: completa ogni tappa, goditi l’ambiente, le persone e scopri la magia che è racchiusa nel fatto di fare il Cammino di Santiago.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: